AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

domenica 27 gennaio 2013

lo strano caso della scuola di Ospitale

Ci siamo già occupati delle "mitiche" scuole di Ospitale. 
Mitiche perchè per molti anni , in epoca antecedente il terremoto, sono state frequentate da parecchi alunni di Bondeno, (intendevo dire di Bondeno centro).

 Infatti parecchie famiglie hanno preferito iscrivere i loro figli in questo plesso scolastico piuttosto che nella sede centrale di Piazza Aldo Moro. Le ragioni di tale scelta vanno ricercate nello snobismo di alcune persone, nella qualità degli insegnanti del plesso di Ospitale, nella dinamicità dell'associazione dei genitori di Ospitale che si sono sempre dati molto da fare per migliorare la scuola della loro "località" (infatti Ospitale non è una frazione di Bondeno, bensì una località) ed io aggiungerei - polemicamente - anche il ridotto numero di extra comunitari .


Tutto questo ha portato per anni (anche nel periodo 1999 - 2009) ad un grande spreco di denaro comunale, (almeno 30.000 €. all'anno). Infatti questa piccola scuola, avrebbe potuto facilmente essere accorpata alla sede centrale di Bondeno, senza disagi, poichè la maggior parte degli alunni proveniva proprio dal centro di Bondeno, e gli insegnanti ovviamente sarebbero stati gli stessi. Tutto questo avrebbe comportato un risparmio per utenze, manutenzioni e costi di gestione, stimato all'epoca appunto in almeno €. 30.000 all'anno.
L'amministrazione guidata dal sindaco Verri, a cui ho partecipato per tutto il periodo , non ha avuto la forza ed il "coraggio" di fare questa scelta impopolare, ma economicamente giusta. Provate a pensare, cosa si sarebbe potuto fare con gli oltre 300.000, 00 euro risparmiati ....
Ma basta con i rimpianti e passiamo ai giorni nostri, ovvero "dopo il terremoto".

Ricorderete i post dedicati alle scuole :
http://ritorno-casa-ritorno-scuola.html
http://oggi-tutte-le-scuole-dell-emilia-aperte.html
http:/la-mirabile-impresa-della-scuola-di.html
http://l-uovo-di-colombo.html
http://luovo-di-colombo-e-sodo.html

e quelli dedicati in particolare alle scuole di Ospitale :
/osservatorio-sul-dopo-terremoto.html
http:///osservatorio-sul-dopo-terremoto-v.html

Abbiamo potuto verificare che sulla scuola di Ospitale sono stati spesi  oltre 140.000 euro ed al momento della riapertura, pur essendo agibili, non si sapeva ancora se avrebbero superato il test di vulnerabilità sismica. Anzi ancora oggi, credo, che non si sappia nulla in tal senso. Ma tant'è che il consigliere Micai è stata insoddisfatta della risposta avuta in consiglio comunale il 4 dicembre http://che-razza-di-risposta.html e qualche giorno dopo ( o prima) il comune ha incaricato i tecnici per la verifica di vulnerabilità sismica http://i-casi-della-vita.html , che comunque avrebbe dovuto concludersi entro il 31 dicembre 2012.
Oggi sull' albo pretorio compare la seguente

DETERMINAZIONE N. 683 DEL 19-12-2012
(n.d.r notate la data )

Oggetto: PROGRAMMA DELLE VERIFICHE TECNICHE REDATTE AI SENSI DELL' OPCM 3274/2003 - SCUOLA ELEMENTARE DI OSPITALE - IMPEGNO DI SPESA PER INDAGINI INTEGRATIVE
Il Dirigente del Settore Tecnico
Rilevato che l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri (OPCM) n.3274/2003 prescrive ai sensi dell’art.2 co.3 l’obbligo di effettuare verifiche sismiche relativamente agli edifici di interesse strategico per le finalità di protezione civile e rilevanti in caso di eventuale collasso;
Considerato che:
- la destinazione dei suddetti edifici è specificata nell’elenco  degli allegati A e B della Delibera della Giunta della Regione Emilia Romagna n. 1661 del 2 novembre 2009 (contenuti conformi al Sub-Allegato 2-A della Delibera della Giunta della Regione Emilia Romagna n.936 del 23.06.2008);
gli edifici scolastici risultano ricompresi nell’All.B della suddetta delibera regionale;
ai sensi dell’art.3 del D.L. n.216/2011 il termine per l’esecuzione delle verifiche tecniche è stato differito al 31/12/2012;
gli eventi sismici di maggio 2012 rendono urgenti ed imprescindibili le indagini finalizzate a definire i livelli di sicurezza dei fabbricati scolastici;
nella totalità dei plessi scolastici comunali sono stati eseguiti interventi strutturali di riparazione danni e rafforzamento locale funzionali al ripristino dell’agibilità ed all’incremento del livello di curezza degli immobili; (n.d.r. lavori eseguiti su tutte le scuole)
risulta necessario procedere con la redazione delle verifiche tecniche sulla totalita' dei fabbricati scolastici comunali;(n.d.r verifiche su tutte le scuole)
con Determina Dirigenziale n.636 del 29/11/2012 sono stati conferiti gli incarichi di espletamento delle attività professionali finalizzate alle verifiche tecniche dei livelli di sicurezza strutturale da eseguirsi presso gli edifici scolastici (n.d.r. notare la data) OmissisRilevato che, al fine di ottimizzare la fase di valutazione analitica, si rende necessario prevedere una campagna di saggi ed indagini conoscitive da effettuarsi tramite prove di laboratorio sui materiali prelevati in loco, e dei relativi sondaggi geologici-geotecnici, non compresi negli onorari precedentemente indicati; (n.d.r. per tutte le scuole ?)
Considerato che, nell’ambito degli approfondimenti tecnici di verifica relativi al plesso scolastico di Ospitale, si rende necessario l’esecuzione dello studio del modello geologico-getotecnico oltre alla realizzazione di prove di carico in corrispondenza dei solai. (n.d.r. no, non per tutte le scuole solo per quella di Ospitale !)
 Ritenuto pertanto di dover procedere agli interventi in oggetto, stante l’urgenza e l’indifferibilità delle verifiche da eseguirsi;
Considerato che tali lavori richiedono l’intervento di studi e laboratori specializzati 
Rilevato che si è provveduto a richiedere la presentazione di preventivi ad operatori economici idonei in possesso dei requisiti di idoneità morale, capacità tecnico – professionale ed economico finanziaria, selezionati sulla base di indagini di mercato;
Rilevato che sulla base di offerte depositate agli atti dell’Ufficio Tecnico si sono resi disponibili:
lo studio Synthesis di Copparo (FE) per l’esecuzione delle indagini di campagna, elaborazione del modello geologico-geotecnico per un importo complessivo di 2.200,00 € (IVA e oneri di legge esclusi);
il Laboratorio Tecnologico Italiano srl con sede a Modena per l’esecuzione di n.2 prove di carico per un importo complessivo di 2.152,00 € (IVA esclusa);
come da offerte depositate agli atti dell’Ufficio Tecnico
omissisRitenuto di dover provvedere in merito;

D E T E R M I N A
per tutte le considerazioni espresse in premessa e che si intendono integralmente riportate di:
 1) assumere per il conferimento dell’incarico di espletamento di indagini conoscitive integrative da effettuarsi tramite prove di laboratorio e sondaggifinalizzati alla redazione della verifica di vulenerabilità sismica da eseguirsi presso la Scuola Elementare di Ospitale un impegno di spesa così articolato:
- quanto a € 2.768,48 (Iva ed oneri di legge inclusi) relativamente all’incarico di l’esecuzione delle indagini di campagna ed elaborazione del modello geologico-geotecnico da affidarsi al studio Synthesis di Copparo (FE) ;
quanto a € 2.603,92 (Iva ed oneri di legge inclusi) relativamente all’incarico di l’esecuzione di n.2 prove di carico da affidarsi al Laboratorio Tecnologico Italiano srl con sede a Modena
omissis
Letto e sottoscritto a norma di legge. Il Dirigente



Concludendo:

  • dopo aver speso oltre 140.000 euro (111.889 + 10.313 + 23.780), 
  • dopo aver riaperto la scuola di Ospitale, senza aver verificato preventivamente la vulnerabilità sismica, 
  • dopo aver incaricato i tecnici di effettuare i test su tutte le scuole del territorio, 
solo  sulla scuola di Ospitale si sono resi necessari dei supplementi di indagine (così sofisticate). 



Capisco la prudenza della nostra amministrazione, ma forse la prudenza andava esercitata prima d'ora, quando è stata riaperta ( a mio avviso frettolosamente) la scuola.


Non resta che aspettare ed incrociare le dita.

5 commenti:

  1. Bravo Dott. Aleotti!!! Ha fatto bene a segnalare lo snobismo di molti Bondenesi. Questa scuola, come tutte quelle frazionali eccetto Scortichino, andava chiusa almeno 10 anni fa. I soldi risparmiati sarebbero stati tanti. Purtroppo il modo di ragionare sia della classe politica, tutta concentrata a non scontentare nessuno, e buona parte della popolazione, comporta lo sperpero di denaro in tanti rigagnoli.
    E' triste che le frazioni si spopolino, ma purtroppo è un dato di fatto incontrovertibile che non cambia lasciando aperte scuole con multiclassi, ormai anacronistiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido in pieno. Le pluriclassi sono come la corazzata Potemkin di Fantozzi, o meglio, in Uganda sono molto popolari in quanto due villaggi vicini distano 300km...ma se da noi hanno detto che è un disagio attraversare il Ponte della Rana per portare i figli a scuola. Sveglia! I poli scolastici ci sono dappertutto perchè? Siamo noi più furbi degli altri che sappiamo far costare poco di riscaldamento edifici energeticamente ridicoli? Dei gran scienziati in giro non ne vedo mica. Soldi pubblici spesi per costruire scuole di frazione...solo per tenersi i voti: complimentoni. Spero che la regione ci pensi bene prima di dare i fondi.

      Elimina
  2. ILACQUA Giuseppe27 gennaio 2013 14:56

    Gentilissimo Dott.Aleotti, come sempre ultimamente in materia di scuole ho moltro apprezzato il suo pensiero.Si è vero che la scuola di Ospitale è un costo per l'Amministrazione Comunale e di riflesso per tutta la comunità di Bondeno, ma su questo argomento non sarei obbiettivo visto che anche le mie figlie hanno frequetato quella scuola e magari il mio pensiero non è in totale sintonia con il suo.Ma su tutto il resto sì,ora ci ritroviamo con una scuola danneggiata (AEDES D o B?) e riparata ,secondo me frettolosamente, dove ad oggi non si conoscono ancora i calcoli strutturali inenrenti ai lavori svolti,la vulnerabilità sismica e dulcis in fundo oggi veniamo saperere che sono stati fatti degli supplementi di indagine di cui non si conoscono i risultati il tutto su una scuola che ha più di 100 anni.Vista la mancanza di queste documentazioni e di risposte convincenti(ci hanno detto di fidarci sulla parola), io e mia moglie abbiamo fatto una scelta personale ,dolorosa e non priva di sacrifici, ed abbiamo trasferito le nostre bimbe a Vigarano nei moduli scolastici antisismici.A seguito di questa scelta ci hanno tacciato di terrorismo in nome dei nostri figli,di volere la chiusura della scuola (è la scuola più vicina a casa nostra e ci trovavamo benissimo) e tanto per finire che eravamo politicante manovrati(la politica non fa parte della nosta vita famigliare e sociale) sia come genitori ed appartenenti alla Associazione una Scuola Per la Vita.Ora io mi chiedo, ma siamo sicuri che i nostri dubbi personali erano coì infondati? Perchè solo su questa scuola si sono resi necessari ulteriori accertamenti sulla sicurezza mentre i tecnici e gli amministratori avevavo già detto che era sicura? Perchè i risultati di tutti questi supplementi di indagine non sono ancora stati resi noti? Perchè questi accertamenti sono stati fatti prima che i bambini ritornassero in quella scuola? Perchè non è stato ancora presentato un certificato di vulnerabilità sismica (scadenza presentazione 31.12.2012) visto che gli accertamenti sono stati appaltati già con deteminazione datata 29.11.2013? Sperare che vada tutto bene non è una buona stategia di prevenzione.

    RispondiElimina
  3. Perche' dice che erano agibili? Non e'vero avevano una inagibilita' di tipo B. E cmq le verifiche sono state fatte e gli interventi pure. Secondo voi perche' un dirigentesi dovrebbe prendere delle responsabilità se non fosse sicuro? Mah...e cmq le scuole di ospitale non sono mai state uno sperpero ma un investimento per i bambini delle nostre comunità...forse un commercialista del centro di Bondeno non se ne rende conto....ovviamente sto scherzando...

    RispondiElimina
  4. ILACQUA Giuseppe28 gennaio 2013 21:38

    Lo ripeto e poi chiudo il discorso, se le verifiche sono state fatte dove sono le certificazioni? L'agibilità e passata da E (inagibile) a B(agibile con interventi) in quindici giorni senza che nessuno facesse nessun tipo di lavoro (unico caso in emilia romagna).Per quanto riguarda le responsabilità basta pensare alle innumerevoli tragedie italiane ,dove fior di tecnici hanno giurato e firmato che tutto era apposto.Non credo sia questo il caso, ma fidarsi e bene ma non fidarsi è meglio .Se ha letto bene , io sulla questione dello sperpero non sono d'accordo con il Dott.Aleotti, almeno fino al 20 maggio quando lo scenario è completamente cambiato. Comunque la mia stima per l'amministratore di questo Blog rimane immutata.

    RispondiElimina