AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

martedì 15 gennaio 2013

Consiglio Comunale Straordinario



Apprendiamo da sito ufficiale del Comune di Bondeno, che è stato convocato per il prossimo 24 gennaio un consiglio comunale straordinario per discutere sulle condizioni del Borselli e sul progetto di massima per Bondeno presentato dall' USL . (era ora !!!!)



Il presidente del consiglio comunale, Cristina Coletti, ha "graziosamente" accolto la richiesta di convocazione di una seduta consiliare, avanzata dai movimenti di opposizione (Pd e Ivpb). 

In preparazione della prossima seduta straordinaria il consigliere Giovanni Nardini mi ha inviato la seguente nota che volentieri pubblico, in attesa di seguire il suo intervento nel prossimo consiglio comunale .
Martedì 8 gennaio, i gruppi consiliari del Partito Democratico e della Lista Civica “Io voto per Bondeno” hanno presentato la richiesta di convocazione di un Consiglio Comunale straordinario per conoscere la situazione del Borselli, quale sia il progetto di massima per Bondeno che l’azienda USL ha elaborato nel caso la struttura non sia più pienamente recuperabile e per conoscere il futuro della sanità nel nostro territorio.


A cosa dovrà servire questo Consiglio? Spero non a fare polemiche ma a capire e cercare di approfondire quali sono le reali prospettive della sanità nel nostro territorio e nell’intero alto ferrarese. Sinora mai il Consiglio Comunale, dopo quasi otto mesi dal terremoto che ha reso inagibile buona parte del Borselli, era stato convocato per discutere di questo tema. Quasi che non se ne dovesse parlare. Detto questo, vi è un problema reale, pratico: bisogna superare le prese di posizione demagogiche e le facili strumentalizzazioni e affrontare davvero i problemi e le reali necessità dei nostri cittadini. Quali sono le cose che sono mancate sul serio in questi lunghissimi mesi dal 20 maggio scorso? E' mancata di sicuro la lungo degenza che ha valenza sovra comunale. Un reparto con circa quaranta posti che ha sempre ospitato pazienti di tutto l'alto ferrarese. Un servizio importante per i cittadini di questo pezzo di provincia. Più di tutto è mancata la possibilità di dare una risposta ai pazienti cronici che hanno bisogno di visite periodiche ad esempio dal cardiologo, dall'oculista, nel centro antidiabetico e così via. Sono mancati i poliambulatori e la diagnostica. La gente si è dovuta spostare, con grande disagio e con tempi di attesa paurosi, quanto meno a Cento o a Cona per prestazioni che prima erano fornite a Bondeno. Non è mancata la risposta per i casi importanti che sono convogliati, come sempre, negli ospedali per acuti. Non è mancato, ed è sempre stato attivo, il servizio di emergenza urgenza 118. Di cosa abbiamo bisogno a Bondeno? Dobbiamo tornare come eravamo prima del terremoto? Io credo di no.

Dobbiamo avere di più di quanto avevamo prima in due cose essenziali: i poliambulatori e la diagnostica, la cui attuale mancanza fa girare i nostri cittadini per mezza provincia, e il servizio di emergenza urgenza 118. Qui bisogna fare di più perchè questi servizi sono i più sensibili tra ciò di cui ha bisogno la gente. Occorre dare risposte più concrete di prima per fornire, a Bondeno, un servizio all'altezza delle necessità di un bacino d'utenza dell'intero alto ferrarese con poliambulatori che funzionino in maniera adeguata, con tempi di attesa ridotti e con professionalità all'altezza dei bisogni dei nostri cittadini. Serve un riordino del 118 per dare risposte più adeguate di quelle che sono state date sinora. Non è la presenza di un ospedale per acuti dietro casa che salva la vita nei casi di emergenza ma l'arrivo in tempi rapidi del 118. Negli anni abbiamo avuto vari episodi in cui l'ambulanza, per svariate ragioni, è arrivata dopo troppo tempo. Questo non deve più succedere. Il servizio va ripensato, deve essere più veloce ed efficacie e deve dare una garanzia di sicurezza reale alla nostra gente. Abbandoniamo le posizioni demagogiche e i facili proclami e pensiamo ai bisogni reali dei cittadini. Solo in questa maniera potremo dare una risposta adeguata e concreta per garantire il diritto alla salute della nostra gente.

Giovanni Nardini
Consigliere Comunale PD Bondeno

6 commenti:

  1. Profondo Rosso19 gennaio 2013 00:59

    L'opposizione chiede un Consiglio sulla sanità con la presenza del Direttore Saltari, per spiegare il nuovo progetto per Bondeno. La maggioranza accoglie e invita il dott.Saltari in una data a suo piacimento, oltre ad estendere l'invito ad Errani, Lusenti, sindaci del bacino e altri.Tutto molto bello e melenso ma siccome a me piacciono i thriller vi propongo questa trama : "Il consigliere Nardini molto attento e sensibile al tema sanità, organizza la richiesta di un Consiglio speciale per il bene dei cittadini e far fare bella figura all'usl che ha già pronto un progetto milionario di una nuova struttura per Bondeno e nel contempo metterebbe con le spalle al muro il Sindaco e la maggioranza che fanno solo populismo, raccogliendo firme in proposito. Visto che la capogruppo Micai è stata pesantemente redarguita da Nardini e amici per aver firmato ai banchetti il sostegno delle generali esigenze della sanità di Bondeno, non firma la richiesta per il Consiglio Straordinario.Intanto Nardini in questo slancio disinvolto si dimentica di avvisare e concordare l'iniziativa col Direttore Saltari che una volta cotattato dal Comune di Bondeno per dare conferma della disponibilità, non sà come rispondere e molto imbarazzato dice che è troppo indaffarato in questo periodo. All'istante il Direttore prende il telefono e chiede conto a Calvano (capo PD ferrarese), il quale chiama a sua volta Micai, la quale scarica inevitabilmente su Nardini che inevitabilmente viene bacchettato. Nel frattempo il dottor Saltari che non ha ancora ricevuto dalla Commissione speciale incaricata, il verbale ufficiale dei danni, per decidere sul recupero o meno del Borselli (verbale difficile da partorire per la delicatezza delle conseguenze che porterà)risponde ufficialmente al Sindaco che ha già troppi impegni e non può aderire all'invito, facendo anche capire che non avrebbe avuto grosse novità da portare. A questo punto vista la meschina figura (naturalmente è un eufemismo)che si profila per il PD che aveva già cominciato a organizzare i pullman di supporter per il Consiglio Straordinario, cerca di mandare l'avv. Micai in avanscoperta per sospendere o rinviare il Consiglio che nel frattempo è già stato convocato ufficiamente per giovedì prossimo. Micai da buona capogruppo non può sottrarsi e ci prova. Patrizia porta ai suoi una certa disponibilità della maggioranza, ma del tutto interlocutoria, in quanto c'è bisogno di una riunione ufficiale dei Capigruppo per decidere un eventuale rinvio. Tale riunione è convocata per i giorni immediatamente successivi. Micai a questo punto pensa di aver già fatto abbastanza e non avendo firmato la richiesta per il Consiglio Straordinario, lascia la rappresentanza del PD alla riunione, completamente nelle mani di Nardini, in quanto promotore e artefice della richiesta. Riuscirà il buon Nardini a convincere la maggioranza sull'inutilità del Consiglio Straordinario sulla Sanità, vista l'assenza del Direttore Saltari e sprattutto del documento rivelatore sulla recuperabilità o meno del Borselli ??? Lo sapremo la prossima puntata!!!"


    N.B. potrebbe anche essere che nella trama proposta di inventato o di errato ci sia...........................NIENTE !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un commento al di fuori della realtà, il cui autore può essere benissimo identificato, senza troppi problemi, all'interno della giunta di Bondeno o in persone vicinissime al Sindaco. Che la Giunta Comunale capeggiata dal Sindaco non abbia fatto assolutamente nulla di concreto in questi otto mesi sul problema sanità è cosa risaputa. Il Sindaco ed il prode Vincenzi hanno partorito l'idea malsana di una raccolta firme ridicola e fuori luogo dicendo, allo stesso tempo, che sono in pieno accordo con l'Azienda USL... è la stranezza di Bondeno. Sono d'accordo su cosa se tutto è fermo?? Altra cosa importante fatta dai nostri: si sono rifiutati, per ripicca personale, di fare tornare alcuni poliambulatori continuando a creare problemi ai nostri concittadini. Di problemi sui servizi sanitari ve ne sono a bizzeffe. Spero che qualcuno possa affrontarli senza dire le solite assurdità. E'vero, nessuno si è accorto che non è attivo da maggio il punto di primo intervento, nonostante quello che dice il Gruppo Proposta!. Si sente, invece, la mancanza dei poliambulatori e ciò ha crerato grande disagio. E' altrettanto vero che va rimodulato il 118 per dare un servizio migliore di come è stato in questi anni.

      Elimina
    2. Rosso Molto Profondo20 gennaio 2013 01:49

      Mi sembra lapalissiano che gli eventi sopra proposti sembrino inverosimili ed è proprio per quello che sono stati offerti ai lettori attenti e interessati di queste pagine. Non è certo abitudine dell'autore scomodarsi per dire delle banalità, visto che tra l'altro reputa questo Blog degno di stima, anche solo per il servizio che cerca di dare, pur consapevole del taglio inevitabilmente personalistico dato dal titolare. L'"identificazione" dell'autore come fosse un pregiudicato, mi sembra veramente fuori luogo e di poca importanza. Troppo semplicistico poi, pensare che l'autore sia uno della Giunta, saremmo messi veramente male oltremisura se gli assessori perdessero tempo in queste cose. Se invece consideriamo che per forza l'autore deve avere degli agganci in Comune, c'è da ritenere che il campo dei papabili debba estendersi almeno ad un centinaio di individui, in quanto potrebbe essere l'amico, l'amico dell'amico, il parente, l'amante, il socio, il collaboratore del sindaco, di un assessore, di un consigliere, della presidente, di un dirigente,o di un impiegato del Comune che ha movimentato certe pratiche, peraltro tutte riscontrabili ai fini della trasparenza da chi ha il dovere, ma anche da chi ha il potere di controllo. In più l'autore deve avere agganci della stessa portata sia nelle stanze della maggioranza ma anche in quelle dell'opposizione. Sarà un thiller di fantasia o come si vuol far credere, un reality ? Questa deve essere la ricerca da affrontare, non tanto chi sia il propositore.E se uno non ha elementi validi per confermare o smentire, basta pazientare fino giovedì sera per avere svelato l'arcano. Naturalmente concordo che ci sono cose molte più importanti di queste !

      Elimina
  2. Profondo Rosso24 gennaio 2013 03:18

    "BORSELLI. IL CONSIGLIO FANTASMA !" II puntata :"Nonostante il massimo impegno profuso, la capogruppo avv. Micai non è riuscita a soddisfare le richieste di Nardini e C.Aleotti che miravano ad un rinvio del Consiglio straordinario sulla sanità, vista l'assenza confermata del direttore Saltari. La tenace Patrizia aveva provato ad addolcire la pillola del Consiglio senza Direttore ASL, proponendo la visione durate la seduta della già quì pubblicizzata intervista al dott Manfredini, pubblicata da Più Emilia, ma NIET ! In prima persona ha partecipato, battagliera, alla Capigruppo, proponendo un documento comune da approvare in Consiglio. Risposta NIET ! Allora impettita ( e questo atteggiamento bisogna riconoscere che le riesce molto bene, sia per il carattere, sia per questione di fisico, beata lei!)ha fatto capire che non avrebbe mai chiesto il rinvio del Consiglio, perchè i cittadini di Bondeno meritavano il confronto di idee politiche sulla sanità locale. Infatti con molta coerenza non avendo firmato la richiesta di farlo, non ha firmato nemmeno la richista di rinvio del Consiglio. Ma tant'è che l'opposizione l'ha chiesta e la presidente Coletti l'ha rifiutata, essendo già in moto la macchina degli inviti e per consentire al popolo di avere il confronto politico come auspicato da Aleotti Arnaldo e Micai." fine II puntata. Lascio ai lettori giudicare chi si è comportato.. e come..Mi sembra però che in questo caso, l'autogol se lo sia fatto l'opposizione (Micai esclusa). Mi sembra anche evidente che non si stava raccontando un thriller di fantasia, ma trattasi purtroppo di un reality molto veritiero, a dispetto dell'anonimo sopra e di tanti altri che giudicavano il tutto "al di fuori dalla realtà"!

    RispondiElimina
  3. Bondenese attento.24 gennaio 2013 11:23

    Leggendo i giornali locali di oggi, compresa la dichiarazione del Sindaco su Estense.com, c'è da rilevare che le notizie sopra esposte da Profondo Rosso, sono tutte confermate almeno al 95% anche se sembravano alquanto fantasiose. Quindi c'è da essere contenti per il servizio di cronaca dato su questo blog in esclusiva alcuni giorni prima "dell'ufficialità" delle notizie, una sorta di scoop di cui il dottor Aleotti, con tutti i difetti che può avere e che ha nel gestire questo sito, sarà molto soddisfatto del servizio reso e gongolerà sornione.

    RispondiElimina
  4. Elettore di Fabbri molto pentito24 gennaio 2013 13:01

    Se nel Consiglio Comunale di questa sera non sarà presente il Dott. Saltari credo sarebbe meglio rinviarlo onde evitare di andare ad ascoltare le solite sciocchezze che ci dirà il nostro "amato" Sindaco scaricando tutta la colpa sull'Azienda USL e sulla sinistra locale!!
    (ma che vada a casa che è meglio!!!)

    RispondiElimina