AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

giovedì 20 giugno 2013

Status Symbol

Lo scorso mese ho parlato del peso politico di assessori e consiglieri con il post
 http://il-peso-politico.html ed in quella occasione ho cercato un metodo oggettivo per misurarlo, probabilmente  senza riuscirci; così oggi ci riprovo,  proponendovi un'altro tipo di misurazione .
Questa volta però voglio estendere il mio gioco anche ai dirigenti comunali, poichè non si può negare che alcuni di loro esercitano sicuramente un importante ruolo politico a supporto del sindaco e della azione politica della sua amministrazione.
La domanda è la solità:
Chi ha maggior peso politico nella 
amministrazione di Alan Fabbri ???
Il sndaco ? Il vicesindaco ? l'assessore ai lavori pubblici ? Il presidente del Consiglio ? L'assessore al bilancio o quello alla scuola ? L'assessore Saletti o il suo dirigente Moretti? Il segretario generale o il dirigente delsettore finanziario ? Il dirigente del settore tecnico o quello del quarto settore ?



Chissa chi lo sa ???
Per scoprirlo vorrei aprire una consultazione tra tutti voi  (4 o 5 lettori del blog), quindi potete cominciare a votare esprimendo la vostra preferenza, tuttavia non sarò io a decretare il vincitore, poichè grazie al nostro impagabile Albo Pretorio Comunale, potremo avere una risposta oggettiva e definitiva.
Non ci resta che aspettare qualche giorno e poi sarà chiara a tutti la vera gerachia politica della nostra amministrazione. 

Siete scettici ? volete sapere come ? leggete la determina che segue e capirete.

DETERMINAZIONE N.489 DEL 13-06-2013

Oggetto: FORNITURA ED INSTALLAZIONE CONDIZIONATORI

CONSIDERATO  CHE:
- Per affrontare la prossima stagione estiva è emersa la necessità di dotare 3 uffici del Palazzo Municipale di condizionatori, di cui n. 1 modello Olimpia Unico On. Off. 8, 5 s.f. e n.2 modello Olimpia Unico On. Off 11. 5 s.f.; 
- Da un’indagine di mercato sul M.E.P.A. di Consip non è stata individuata nessuna ditta in grado di fornire lo stesso tipo e stessa marca di condizionatore al medesimo prezzo di quelli già installati nel 2011;
Dato atto che interpellata la Ditta Costa e Caselli di Bondeno, ditta fornitrice degli ultimi condizionatori installati nel 2011, siè resa disponibile a fornire tali apparecchiature alle stesse condizioni e mantenendo gli stessi prezzi;
Pertanto si ritiene opportuno affidare alla Ditta sopramenzionata la fornitura di n. 3 condizionatori al prezzo complessivo di € 4.270,00 oltre I.V.A al 21%;
Considerato che l’importo della fornitura e la relativa messa in opera trovac opertura finanziaria sul cap. 1270;
Ritenuto opportuno procedere in merito;
Visto il D.lgsn. 267/2000;
DETERMINA
1) Per il motivo indicato in premessa e che qui si intende integralmente riportato, di affidare la fornitura di n.3 condizionatori alla ditta Coste e Caselli di Bondeno al prezzo complessivo di € 4.270,00 oltre I.V,A al 21% per un importo di € 5.166,70;

Chi abbia avuto occasione di frequentare il "palazzo comunale "  durante il periodo estivo si sarà accorto che è un vero e proprio "forno". La temperatura in numerosi uffici arriva oltre i trenta gradi ed è veramente poco confortevole lavorare in queste condizioni. 
Negli anni in cui sono stato assessore si era pensato più volte di condizionare il palazzo comunale, senza mai riuscirci, vista l'ingente spesa prevista e la cronica penuria di fondi. E così anche questa amministrazione ha dovuto fare delle scelte, e condizionare "solamente" tre uffici.
Quali siano gli uffici beneficiati non è dato sapere, per ora, ma presto, al termine dei lavori si saprà tutto.
E' evidente che l'ufficio "condizionato" sarà il nuovo status symbol degli amministrtori. I potenti staranno freschi, mentre quelli che contano meno,  saranno riconoscibili dall'ascella "pezzata".

Ed ora a voi indovinare il vero peso politico dei nostri amministratori e dirigenti

5 commenti:

  1. Bella questa !!!!!,

    RispondiElimina
  2. Imprenditore Bondenese20 giugno 2013 11:06

    Buona questa provocazione che spero dia illuminanti riscontri anche se un pò aleatori. Come da invito sopra, sono andato a rileggere il post su IL PESO POLITICO dei consiglieri comunali, dove il discorso scivolava sulla provenienza abitativa degli stessi, associata agli interventi del Comune nelle singole frazioni. Suggerirei all'intrepido gestore di questo BLOG di proporci prossimamente una semplice analisi dell'esperienza occupazionale/lavorativa dei singoli consiglieri e assessori, per vedere i nostri cittadini come hanno eletto i loro rappresentanti divisi per categorie di occupazione/esperienza lavorativa.Penso sarebbe un test molto interessante ed altrettanto illuminante per capire i bisogni di quali categorie possono essere meglio rappresentati e soddisfatti adesso in questo Consesso. Dico ciò perchè penso che il benessere economico di una comunità si basi sulla quantità di soldi che circola in tasca alle persone e credo che tutto dipenda molto dalla produzione di lavoro delle imprese(agricoltura,commercio,artigianato,industria,servizi)e di coseguenza dagli stipendi e guadagni che si generano. Detto ciò ho la vaga sensazione che la categoria dei professionisti(avvocati in primis) sia ben rappresentata in Consiglio(tutte degne e stimate persone sia ben chiaro), mentre quella degli imprenditori attivi con esperienza di rapporti con operai,fornitori, contratti, mutui, sindacati, cantieri,ricambi,logistica,rinnovo macchinari,INPS,INAIL,IMU,IVA,IRAP,ispezioni sanitarie, dell'ispettorato del lavoro, finanza, permessi, concessioni, investimenti e tante tante notti in bianco, ecco gente con questa esperienza penso che in Consiglio ce ne sia ben poca ovvero molto molto meno del dovuto. Se fosse veramente così, spero sia d'accordo anche lei Aleotti, sarebbe opportuno sensibilizzare i nostri concittadini, nelle loro scelte elettorali, di valorizzare ANCHE questo aspetto che ritengo fondamentale per un giusto indirizzo delle risorse amministrate. Scusate l'intrusione ma mi sembra un suggerimento costruttivo per il bene, non di una categoria, ma di tutti.

    RispondiElimina
  3. Ciao Arnaldo. A proposito di "ascella pezzata", ricordo la battuta(che è rimasta famosa) di un signore nell'anti-camera del sindaco che vedendo un tipo sudatissimo e in abiti da lavoro disse in dialetto: lu an laora mina in cumun era!

    RispondiElimina
  4. Fermi tutti news in arrivo. danno per certo sotto forma di racconto la storia dell attuale amministrazione con retroscena etc. sará scritta da una fonte molto vicina all'attuale amministrazione... ci sará da ridere. ma non sono riuscito a capire chi potrebbe essere l'autore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è quello che ho intuito io, mi sembra che il titolo più o meno sia: "Bondeno: La Lega che doveva essere e non è stata." Fatto sulla scorta di sole documentazioni. Forse però è più probabile sia tutta una bufala elettorale.

      Elimina