AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

venerdì 9 agosto 2013

Ristampa "Il re di denari"

IL RE DI DENARI


Ieri, mi è capitato di leggere l'articolo su estense.com del sindaco Alan Fabbri http://www.estense.com/?p=246662  dall' immaginifico titolo IMU un milione e trecentomila euro di sgravi , e proprio non sono riuscito a non commentare le improbabili affermazioni di Fabbri.

Terminato il commento d' impeto,  ho cominciato a ragionare di quanto sia strano il destino.

Per anni il comune di Bondeno si è dibattuto tra le ristrettezze economiche, mentre in questo 2012 i milioni di euro piovono sull' amministrazione Comunale.







Abbiamo cominciato con i 5.000.000 di euro del Comandante della Polizia Municipale (il tesoretto)  emersi misteriosamente durante la seduta di approvazione del Bilancio finale o rendiconto del 2011.  Gia' in quella seduta 1.500.000 se ne erano andati tra i crediti di dubbia esigibilità .


 Poi il faraonico parco pubblico del quartiere del Sole del valore complessivo di 6.000.000 di euro, che verrà realizzato da un munifico soggetto privato con un project financing . Quindi il Terremoto con i suoi lutti ed i gravi danni, ma ecco che il 14 agosto la nostra ineffabile giunta scopre di essere assicurata su tutti gli immobili comunali per un massimale di 2.000.000 di euro e " stranamente " ha pensato di aspettare il17 settembre per informare quasi controvoglia la cittadinanza . Ed ora l' IMU. Il sindaco Fabbri, giocando d'anticipo sul consiglio comunale asserisce di aver concesso 1.300.000 di sgravi ai cittadini di Bondeno, ma sgravi da cosa, o meglio da dove li calcola Fabbri gli sgravi?


La domanda sorge dal fatto che il ministero Dell' economia ha stimato il gettito IMU di Bondeno in circa 3.900.000 euro, calcolato sulle aliquote previste dalla legge ( 0,4% prima casa, 0,76% altri immobili ) Ebbene il consiglio comunale di ieri sera, su parere della giunta ha elevato in vario modo l' aliquota sugli altri immobili fino allo 0,99%  per   le seconde case, poiché  avevano necessità impellente di incassare 737.000 euro in più  per coprire ( solo parzialmente) il buco di bilancio causato  da gennaio 2012 ad oggi ( in totale 1.160.266,27 euro e cioè più di 110.000 euro al mese) . Milioni e milioni come  gli oltre 13.000.000 di debiti che il nostro comune ha accumulato negli anni e che si incrementeranno per ulteriori 900.000 euro per nuovi mutui che verranno contratti per soddisfare le manie di grandezza dei nostri amministratori, oltre ai circa 500.000 euro di rate su mutui vecchi che sono serviti per ripianare la parte restante del buco di Bilancio ( a proposito in gergo burocratese si chiama "verifica degli equilibri di bilancio") e non, come ha affermato il sindaco per ridurre l' IMU.




Ma a proposito  di milioni, stavo dimenticando il 1.000.000  di euro che  l' On. Roberto Maroni ha donato al Comune di Bondeno... Milioni, milioni, ancora milioni che strano destino per il " povero" comune di Bondeno .

8 commenti:

  1. Lorenzo Berlato12 agosto 2013 13:20

    Caro Arnaldo, senza fare commenti esprimere giudizi o prendere posizioni, lascia che ti dia alcuni contributi di merito e sostanza oltrechè comprovati. Se non ho letto troppo di fretta, fra le sostanze economiche a disposizione di questa Amministrazione hai tralasciato l'entrata prodotta dalla vendita dei circa 33 ettari del fondo agricolo Zanluca avvenuta nel biennio scorso. Da aggiungere anche l'entrata già a bilancio dei rimanenti 56 ettari circa che se non l'hanno già fatto, molto presto si concretizzeranno. Mentre come si è arrivati alla determinazione delle aliquote IMU, già in questo blog avevi ventilato come erano andate le cose. Dai rapporti epistolari (e-mail)che ho avuto con la segreteria del sindaco e che ti ho mandato in visione strettamente personale, supportato anche dalle testimonianze dirette, emerge in maniera lampante e incontrovertibile a chi (quale consigliere) si debba attribuire il più sostanzioso contributo per aver lasciato nelle tasche degli imprenditori(agricoltori, commercianti, artigiani, industriali) contribuenti bondenesi tanti bei soldi, facendo ridurre in extremis le aliquote già stabilite dalla Giunta, checchè ne dica il signor Sindaco.Certo alla fine il merito è di tutti perchè l'hanno accettato e votato ma ... Certo che i due argomenti di cui ho fatto cenno mi sono costati il definitivo stato di apartheid dalla stanza dei bottoni dell'Amministrazione e dal Partito. Con sofferenza ne ho preso atto e senza clamore, ripicche o scenate a mezzo stampa, ho ritenuto non più condivisibile il progetto iniziale. Sono anche ora dello stesso parere e non voglio polemizzare e per questo evito di dare giudizi e commenti, perchè lo lascio fare a chi non ha altri elementi per controbattere, però sulla limpidezza dello svolgimento dei fatti non sono disposto a transigere, perchè ognuno deve essere responsabile di ciò che ha detto e che ha fatto, che questi sia il Sindaco, un consigliere o un semplice cantoniere.

    RispondiElimina
  2. Berlato santo subito. Ma quando uno si ritira, dovrebbe avere il buon gusto di tacere: le occasioni per dre le ha avute in quattro anni, se non si riesce nel dibattito democratico a far prevalere le proprie idee, o si rimane a combattere nel gruppo, o si lascia ma poi si TACE. Altrimenti questo blog diventerà la casa dei reduci, con i loro complessi e i loro avrei voluto ma non potevo.
    E comunque nonostante il "sostanzioso contributo" del consigliere leghista la mia imu su terreni e fabbricati è quadruplicata rispetto all' ici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo Berlato13 agosto 2013 12:53

      Caro ANONIMO o sai come sono andate le cose e stai solo denigrando oppure se non le sai abbi il BUON GUSTO di firmarti e poi ti spiego e ti dò le prove di quanto è stato DEMOCRATICO il didattito nel partito e nella maggioranza. In ogni caso spero sia passato definitivamente il tempo in cui bisognava stare zitti (Mussolini e Stalin) e visto che non ho padroni e tantomeno non ho bisogno di operare al buio come un ANONIMO, specie se verrò stuzzicato,continuerò a parlare eccome, anzi a pensarci bene devo ancora cominciare .....

      Elimina
    2. Bene allora parla visto che sei stato complice di questa amministrazione per 4 anni e adesso sputi nel piatto dove hai mangiato !

      Elimina
    3. Lorenzo Berlato15 agosto 2013 00:12

      Ah ah ah ! Prova a dirmi cosa dovrei aver mangiato e in quale piatto, visto che a me risulta di aver contribuito molto ad imbandire la mensa dove ha banchettato però qualcunaltro, mentre io facevo il cameriere e aspettavo di avere un minimo di riconoscimento anche solo morale e che invece si è sempre più trasformato in pesci in faccia. Di certo non sono stato complice di nessuno visto che ho saputo anche tirarmi indietro quando non lo volevo essere. E non parlo di certo perchè me lo impone un ANONIMO qualsiasi, ma parlerò come e quando lo riterrò opportuno, da uomo libero quale sono. N.B. con tutto il sincero rispetto che ho per l'amico consigliere Poletti, voglio avvertire certi masnadieri di ventura che dispongo di difese un pò più solide e stagionate rispetto a quelle del giovane Livio.

      Elimina
  3. Evidentemente la mensa o ristorante erano stati allestiti e serviti male altrimenti i frequentatori, se soddisfatti, sarebbero tornati felici di portare con loro altre persone.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorenzo Berlato15 agosto 2013 19:13

      Di certo il mio dovere penso di averlo fatto con impegno, onestà e dedizione, sono stato il più votato nella LISTA del primo partito della maggioranza, nonostante i 20 anni di assenza e la svantaggiosa posizione in lista dopo i primi 6 storici iscritti padani di cui nessuno è stato eletto, nemmeno il capolista Bergamini, ora segretario provinciale. Al mio seggio ho contribuito a far ottenere alla Lega il 40% dei voti. Ho accettato il delicato e gravoso impegno di fare il Capogruppo in Consiglio e penso di averlo assolto dignitosamente, essendomi sempre preparato con scrupolo e facendo valere l'esperienza e la memoria storica di cui sono fedele custode. Se facciamo una classifica di partecipazione ai mitici gazebo, penso siano rari quelli che vantano più presenze di me. Perlomeno fino al Natale scorso ero l'UNICO, ho detto l'UNICO tra consiglieri, Sindaco e assessore, ad aver versato al partito il dovuto 15% di quanto percepito per incarichi pubblici, nel mio caso il 15% dei 15 € del gettone di presenza per ogni partecipazione al Consiglio Comunale.Ed è meglio per qualcuno che mi fermi quì.In cambio per farla moooolto corta non mi hanno concesso nemmeno di far parte del direttivo di sezione preferendo tra l'altro come segretario il penultimo arrivato nella Lista Elettorale (l'ultimo era già nel direttivo oltre che presidente della Pro Loco).E non mi si risponda che certe elezioni erano scelte democratiche perchè allora si dovrebbe anche spiegare le dimissioni (casuali ?) contemporanee di 3 consiglieri del direttivo che hanno portato al defenestramento del segretario Cirelli e al conseguente commissariamento della sezione che dura da circa 9 mesi e tanto altro ancora.... Nonostante tutto non rinnego niente e di quello che ho fatto sono fiero, specie della collaborazione con i miei più giovani consiglieri comunali, con gli altri capigruppo e con tutti gli altri consiglieri e simpatizzanti che mi hanno manifestato il loro apprezzamento in diversi modi . Ripeto i principi che mi hanno fatto aderire alla Lega come federalismo fiscale, controllo immigrazione, sicurezza dei cittadini, difesa della nostra storia, cultura e religione li propugno ora come 4 anni fa. Non ho mai condiviso i modi e i metodi di gestione del partito e ultimamente neanche certe scelte dell'Amministrazione che stavano venendo avanti. La mia foto sui giornali con il sindaco di Verona Flavio TOSI con cui ho voluto prendere commiato dall'impegno pubblico doveva essere, è e rimarrà un MANIFESTO MOLTO ESPLICITO per chi sa leggere e capire un pò di politica e non ci sarebbe neanche bisogno di spiegare tutte queste cose che ho detto ma qualcuno vuole fare il volpino e allora mi tocca !

      Elimina
    2. Lorenzo Berlato17 agosto 2013 01:16

      INFATTI : TOSI :"Berlusconi deve capire che è impresentabile. Devono esserci le primarie anche per il centrodestra e io mi candiderò". BOSSI : "Tosi leader fa ridere, ci andrebbe bene così se ne andrebbe fuori dalle scatole. Sei dentro o fuori dalla Lega ma vaffanculo. Meglio Marina Berlusconi". Io penso che se non usciranno di scena Bossi, Berlusconi e D'Alema e non si farà spazio a Tosi e Renzi (i due sindaci più amati dagli italiani), povera ITALIA e poveri ITALIANI !!!

      Elimina