AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

giovedì 2 maggio 2013

Sogno e Risveglio

Alcune settimane fa mi sono occupato dell'ambizioso piano di promozione culturale del territorio nel post  /vasto-piano-di-promozione-culturale-del.html#more .

Tra le "varie" attività di promozione culturale  primeggiava  la celebrazione del 550.mo anniversario della stampa del primo libro a caratteri mobili in Italia  avvenuta a Bondeno , che nelle intenzioni della giunta doveva prevedere una serie di iniziative di assoluto interesse anche internazionale, tant'è che avevo "rumorosamente" fatto notare come la somma stanziata per le iniziative previste apparisse quanto meno sottodimensionata.
 
Ora siamo arrivati al dunque e ...... "La montagna ha partorito il "solito" topolino"     ed addirittura ora, alla luce del programma dell'evento, la somma stanziata può sembrare anche "troppo" elevata.    
DETERMINAZIONE N. 288 DEL 05-04-2013
Oggetto: PROGETTO DI SVILUPPO "CULTURA, VALORI, SAPERI E IDENTITA' TERRITORIALE": ATTIVITA' ATTUATIVE COPIA


Premesso che:
con deliberazione della Giunta Comunale n. 66 in data 27 marzo
- 2013, a cui si rimanda, nell’ambito del progetto di sviluppo “Cultura, valori saperi e identità territoriale”, è stato espresso parere favorevole alle linee progettuali di massima riferite al progetto del 550° anniversario della stampa del primo libro a caratteri mobili in Italia avvenuta a Bondeno, oltre che al progetto archeologico di Pilastri;
-
Che con tale deliberazione veniva stabilito che la progettazione definitiva come pure la materiale realizzazione delle iniziative fossero affidate da parte del Comune di Bondeno a soggetti idonei per capacità, competenza, affidabilità, non essendo in grado, questo Ente di attuare in proprio le attività connesse ai progetti stessi;
Riscontrato che con successiva deliberazione della Giunta Comunale n. 73 in data 4 aprile 2013 , a cui analogamente si rimanda, è stata approvata la bozza di convenzione tra il Comune di Bondeno e l’Associazione Bondeno Cultura per lo svolgimento di attività culturali e del tempo libero nei termini in dettaglio riportati nell’atto stesso;
Rilevato che alla luce di tale deliberazione si ritiene opportuno affidare all’Associazione Bondeno Cultura la realizzazione dei progetti indicati nella citata deliberazione n. 66/2013
prevedendo un impegno di spesa di complessivi € 9.000,00, per la realizzazione del programma di attività rispettivamente indicato nelle sotto riportate Scheda A) e Scheda B);
Dato atto che l’impegno di spesa è assunto al Cap. 11417 “Contributi per attività di promozione del territorio” del bilancio di previsione;
D E T E R M I N A
1)Di individuare, per la causale indicata in narrativa, l’Associazione Bondeno Cultura con sede in Bondeno, già titolare di convenzione con questo Ente per l’effetto della deliberazione della Giunta Comunale n. 73/2013, quale soggetto attuatore dei progetti
approvati con deliberazione n. 66/2013;
2)Di prevedere un impegno di spesa di complessivi € 9.000,00 di cui € 3.000,00 per il progetto del 550° ed € 6.000,00 per gli scavi archeologici di Pilastri, di cui alle sotto riportate schede A) e B);
3)Di imputare la spesa al Cap. 11417 “Contributi per attività di promozione del territorio” del corrente bilancio di previsione impe 2012/1883
SCHEDA A) - SOMMA ASSEGNATA € 3.000,00
“550° ANNIVERSARIO DELLA STAMPA DEL PRIMO LIBRO A CARATTERI MOBILI IN ITALA AVVENUTA A BONDENO”
550 ° del Frammento Parsons-Scheide
Bondeno e il suo patrimonio culturale tra passato e futuro
Convegno nazionale 23-24 giugno 2013
Pinacoteca Civica “G. Cattabriga” di Bondeno
Programma :
Domenica 23 giugno 2013 ore 16,00

BONDENO NEL QUATTROCENTO
Tra storia, arte e archeologia
ore 16,00 Saluto delle Autorità
ore 16,15 Enrico Peverada “Don Francesco da Fiesso arciprete di Bondeno (1451- 1483)”
ore 16,45 Aldo Galli - Matteo Mazzalupi “Sulle tracce di don Paolo Moerich, chierico e scultore”
ore 17,15 Simone Bergamini - Daniele Vincenzi “Frammenti del Rinascimento bondenese: fra cronaca e archeologia”
ore 17,45 Mauro Calzolari “ Topografia del castello di Bondeno dal XIV secolo agli inizi del XVI: il contributo delle fonti scritte”
ore 18,30 Andrea Calanca “Strutture difensive e manufatti idraulici del castello di Bondeno dal XVI secolo alla metà del XVIII”

 

Lunedì 24 giugno 2013 ore 16,00
UNA TERRA DI LIBRI.
Tipografi ed editori tra Bondeno e Ferrara

ore 16,00 Saluto delle Autorità
ore 16,15 Piero Scapecchi “Il frammento Parsons-Scheide e gli inizi della tipografia in Italia”
ore 17,00 Lorenzo Baldacchini “Volgare o latino?
L’apparition du livre tra Bondeno e Subiaco”
ore 17,45 Daniele Biancardi “Giovanni Mazzocchi, cartolaio, libraio ed editore di Bondeno a Ferrara e Mirandola”
ore 18,15 Zita Zanardi “Il moderno per l’antico”
CON LA PRESIDENZA DI Rosaria Campion



SCHEDA B) -
SOMMA ASSEGNATA € 6.000,00 Scavi Archeologici di Pilastri
Omissis

5 commenti:

  1. ancora !!!! Mo basta !!!!

    RispondiElimina
  2. Mo basta! Posso anche essere d'accordo, però Daniele Biancardi è l'unico che riesce proporre qualcosa di interessante sotto il profilo culturale. Per il resto siamo al vuoto assoluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. indignato speciale2 maggio 2013 22:27

      Spero tanto che il tuo pupillo non lasci anche lui il vuoto assoluto nei bilanci dell'Ente Fiera che presiede, come è successo ad altri a Ponte Rodoni. Tanto c'è il Comune (cioè noi)che poi ripiana ! NO PROBLEM-NO PROBLEM-NO PROBLEM !!!

      Elimina
    2. Bondenese, attento !3 maggio 2013 09:26

      E' senza dubbio bellissimo fare cultura con i soldi del Comune che ti escono dalle orecchie. Specie dopo aver fatto una propria lista civica di riferimento per appoggiare l'attuale sindaco e aver riscosso una cifra ridicola di voti (e un assessore). Ma viva l'etica se poi con diverse società si ricevono dallo stesso Sindaco un'infinità di soldi pubblici in maniera diretta, indiretta e a volte direttissima. Che cultura è questa ? Il problema più grosso è che molti bondenesi ,per fortuna non tutti, hanno due fette di cotechino sugli occhi !

      Elimina
  3. Non siamo al vuoto assoluto, come UAC abbiamo lavorato anche con nessun contributo; quello che manca è la partecipazione della gente; per cui si possono considerare i 3000 euro per un convegno (detratte le spese di viaggio, vitto e alloggio per i relatori) una specie di premio di consolazione per gli organizzatori. ;-))

    RispondiElimina