AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

sabato 4 maggio 2013

Il peso politico

Oggi voglio parlare del "peso politico" cioè della capacità di influenzare le decisioni amministrative da parte dei politici. La capacità non è da tutti, ma soprattutto non è uguale per tutti. In effetti quando i consiglieri comunali sono in consiglio, oppure quando gli assessori sono in giunta, i loro voti sono tutti uguali, cioè valgono sempre uno e quindi potrebbe sembrare che abbiano tutti lo stesso "peso politico", ma non è così.... Infatti il peso politico non si esercita nel consiglio comunale o in giunta, ma nei corridoi del palazzo comunale e si concretizza con la capacità di portare in decisione, solo le cose che interessano veramente, mentre le altre vanno su un binario morto. Così se una particolare delibera o lavoro pubblico interessa il nostro politico "di peso" questi comincia a "sensibilizzare" il sindaco, poi un assessore, poi un altro e quindi nel solito rapporto di dare ed avere promette appoggi, rivendica risultati o minaccia ritorsioni.


Ma si può misurare il "peso politico" dei nostri amministratori ???





Noi ci proviamo, e prendiamo spunto dalla miserrima condizione in cui versano le strade del nostro comune. 
Certo di strade da aggiustare ce ne sarebbero a decine, e si potrebbe spendere qualche milione di euro, ma i soldi sono pochi e così dobbiamo fare delle scelte. Quali strade sono più distrutte, quali sono quelle più importanti, quali aggiustare prima e quali possono ancora aspettare... ??? Bisognerebbe avere un "metodo" oggettivo ! Un esempio ... il numero degli abitanti serviti dalla strada ( più abitanti, più urgenza), oppure si fa prima la strada di collegamento e poi quella periferica . Succede invece che spesso prevalgono metodi empirici, molto, ma molto influenzati dalla necessità dei politici di essere rieletti e così chi ha più "peso politico" impone la scelta delle strade da asfaltare.
Ed ora divertiamoci a scoprire chi è l'amministratore che può vantare il maggior "peso politico" ?


Ci aiutiamo con un atto ufficiale della nostra giunta la

DELIBERAZIONE N° 89

Oggetto: APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO / ESECUTIVO PER LA 
MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLE SEGUENTI STRADE DEL 
TERRITORIO: VIALE MATTEOTTI, VIA XX SETTEMBRE, PIAZZA 
MARTIRI, VIA COMUNALE PER BURANA, ARGINE DESTRO 
PANARO, VIA CENTRALE, VIA MORANDI, VIA DI SPAGNA, VIA 
FERRARESE, VIA RENI, VIA MONTEBELLO, VIA GUERCINO, PIAZZA
PILASTRI, STRADA COMUNALE MADONNA DELLA PIOPPA

LA GIUNTA COMUNALE
Premesso:
_ che nell’ambito del programma di valorizzazione e riqualificazione della 
viabilità comunale, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto opportuno inserire nel 
piano degli investimenti per l’annualità 2012 l’intervento relativo alla 
“MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI ALCUNE STRADE ASFALTATE DEL 
TERRITORIO”, per un importo complessivo di € 250.000,00, motivato dalla necessità 
di incrementare il livello di sicurezza della viabilità veicolare e ciclo-pedonale 
nell’ambito del comprensorio comunale;
(n.d.r. ovviamente le strade da sistemare sarebbero molte di più, ma come abbiamo visto i soldi sono davvero pochini)
omissis
A voti unanimi e palesi;
D E L I B E R A
1)
 narrativa, anche se qui non espressamente riportata,  forma parte 
integrante e sostanziale della presente deliberazione;
2) di approvare il progetto definitivo/esecutivo inerente le opere di 
manutenzione straordinaria delle seguenti strade del territorio: Viale Matteotti, Via 
XX Settembre, Argine destro Panaro, Via Centrale, Via Morandi, Via di Spagna, 
Via Ferrarese, Strada Comunale Madonna della Pioppa, redatto dal Geom. 
Riccardo Guerzi dell’U.T.C., in data Aprile 2012, incaricato alla redazione del 
medesimo progetto dal Dirigente del Settore Tecnico e composto da: relazione 
generale, tecnica e fotografica, elenco prezzi unitari lavori, elenco prezzi unitari 
sicurezza, analisi prezzi unitari, computo metrico estimativo lavori e quadro
economico, computo metrico estimativo sicurezza, capitolato speciale di appalto, 
piano delle misure per la sicurezza fisica e l’integrità dei lavoratori, fascicolo 
tecnico ed elaborati grafici composti da n. 9 tavole, così distinto:
A)LAVORI A BASE D’ASTA
a1) Importo lavori per opere a misura ed a corpo   euro 285.435,36
SOMMANO I LAVORI DI CUI AL PUNTO A)        euro 285.435,36

B)ONERI PER LA SICUREZZA
b1) Importo lavori per opere di sicurezza                euro    1.545,00
TOTALE punto A) + B)                                          euro 286.980,36

C)SOMME A DISPOSIZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE:
c1) I.V.A. 21% su A) + B)                                     euro   60.265,88
c2) incentivi D.Lgs. 163/2006                                euro    5.749,69
c3) imprevisti ed arrotondamento                          euro       504,07
TOTALE punto C)                                                 euro   66.519,64
TOTALE IMPORTO PROGETTO                          euro 353.500,00

3) di approvare, altresì, il piano di sicurezza e di coordinamento di cui a  
T.U. n. 81 del 09/04/2008, ed il fascicolo tecnico;

4) di finanziare i lavori come segue:
  • per €. 250.000,00 al cap. 40900/50 IMPE 2012/1906 finanziato con mutuo 
    Cassa DD.PP. accertato al cap. 6000/29 acc. 2012/286; (n.d.r. notate come il mutuo sia stato contratto l'anno scorso, in previsione del superamento del limite di indebitamento che non avrebbe più permesso di contrarlo nel 2013 )
  • per €. 81.890,00 al cap. 40900/1 IMPE 2012/2126 finanziato con la rinegoziazione dei mutui;
  • per €. 21.610,00 al cap. 40900/1 IMPE 2013/1109 finanziato con avanzo di competenza;
  • totale generale del finanziamento €. 353.500,00;
5) di impegnarsi a porre sul luogo dei lavori finanziati previsto dalla legge, la dicitura "Opera finanziata dalla Cassa Depositi e Prestiti con i fondi del risparmio postale";
6) di stabilire che l'approvazione del progetto equivale, ai sensi della legge 03.01.78, n° 1, art.1 a dichiarazione di pubblica utilità delle opere ed urgenza ed indifferibilità dei lavori;
7) di stabilire che all'appalto dei lavori si provvederà mediante procedura a trattativa privata; (n.d.r. non avevamo dubbi .....quale è la novità ?)
8) di stabilire che il contratto di appalto di cui alla presente deliberazione venga stipulato a misura e a corpo;
9) di dare atto che, ai sensi dell’art.7, comma 2°, della L.R. n° 31/2002, il progetto di cui sopra è stato approvato, previo accertamento di conformità alle norme urbanistiche ed edilizie, nonché alle norme di sicurezza, sanitarie e di tutela ambientale e paesaggistica;
10) di dare atto che il Responsabile Unico del Procedimento, per quanto riguarda il D.Lgs. 163/2006, è l’Arch. Fabrizio Magnani dell’U.T.C.;
11) di dare atto che l’importo di cui al presente progetto è da suddividersi per le seguenti strade, secondo le percentuali di seguito riportate: (n.d.r. ed eccoci finalmente alla misurazione del "peso politico" degli amministratori, poiché i soldi sono veramente pochi le strade tante, anche quelle citate in delibera sono molte, e così i soldi sono suddivisi in percentuale sulle strade citate, a voi il giudizio sul "criterio oggettivo" scelto dalla giunta, e su quale sia l'amministratore bondenese con il maggior "peso politico" )
  • Via Matteotti - Bondeno cod. 110                     11 %
  • Via XX Settembre - Bondeno cod. 58               23 %;
  • Strada Argine destro Panaro – Santa Bianca    17 %;
  • Via Centrale – Santa Bianca cod. 129                3 %;
  • Via Morandi – Santa Bianca cod. 2    
    •          1 %;
  • Via di Spagna – Zerbinate cod. 218                  31 %; ***
  • Via Ferrarese – Zerbinate cod. 13                      4%;
  • Strada Comunale Madonna della Pioppa - Ospitale 10 %;
*** 
(n.d.r. ma dove cavolo è via di Spagna ??? 
è una strada di collegamento???
 
ci abitano molte persone ??? 
ci abita qualche amministratore ??? 
- ho provato a cercarla su google maps, ma non l'ho trovata !!! e per questa importante arteria stradale spendiamo quasi un terzo delle poche somme disponibili ... pazzesco !!!)


quindi, con successiva e unanime votazione, stante l'urgenza,

DELIBERA
di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell' art. 134, 4° comma, del Decreto Legislativo 18/8/2000,n.267.

Ed allora quale è l'amministratore con maggior "peso politico" ovvero 
il più figo del bigoncio ???

4 commenti:

  1. questa delle percentuali è proprio nuova e bella! Non capisco: le percentuali vengono fissate prima a tavolino indipendentemente da quello che è il bisogno. E se, durante i lavori, ci si accorgesse che Viale Matteotti avesse bisogno di qualche lavoro in più? Ma cos'è un'applicazione del manuale "Cencelli" alla manutenzione delle strade?

    RispondiElimina
  2. Bondenese attento.4 maggio 2013 10:28

    Mi spiace dottor Aleotti ma questa volta non concordo, va bene il calcolo empirico ma stavolta è un pò troppo aleatorio in quanto prende in considerazione un "piccolo rivolo" di soldi pubblici e non considera tutti gli altri torrenti, canali, fiumi , oceani di soldi che il Comune dispone di spendere tenendo conto delle pressioni dei politici locali più o meno influenti/potenti. Certo da quel che ha proposto si vede come a volte il consigliere del PDL originario di Zerbinate possa influire su certi flussi di spesa. Ma nella sua proposta non tiene conto che ad esempio un certo personaggio storico/politico/culturale che gestisce diverse Associazioni locali oltre ad una lista civica di appoggio all'attuale Sindaco, ha un potere di indirizzare fondi sicuramente alla pari di 10 consiglieri di maggioranza. Se consideriamo che anche l'altro personaggio politico di ventennale esperienza comunale proviene anch'egli da Stellata, si capisce bene come questa frazione sia nelle grazie della nostra Amministrazione. Mai però come Scortichino notoriamente paese della Presidente del Consiglio e di una assessore che associata alla volontà del Sindaco di accontentare le anime votanti del paese più popoloso, nè fa di gran lunga il maggiore paese fruitore di denaro pubblico. Arrivando in fondo alla classifica troviamo Burana, frazione che ha eletto in questa legislatura il Sindaco e ben 3 consiglieri ivi residenti e un paio d'origine. Come mai si trovi ad essere di gran lunga la cenerentola dei benefici pubblici è difficile da spiegare. I consiglieri del posto sono così scadenti e inefficaci ? Boh ! Forse bisogna scomodare altri ragionamenti o leggere bene Macchiavelli per scoprirlo. Lascio a lei questa ardua sentenza.

    RispondiElimina
  3. Ma via Morandi in Santa Bianca non è una via privata? Ma facciamo benificenza mettenfo un 1% li che sembra invisibile, però c'è e qualcuno accontenta!

    RispondiElimina
  4. Vergogna ! Vergogna ! Vergogna !

    RispondiElimina