AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

lunedì 18 febbraio 2013

La spesa va dove ti porta il cuore

Ritorno a parlare del Bilancio preventivo 2013, presentato nel consiglio comunale dell’11 febbraio,  e che sarà approvato il prossimo 21 febbraio . 
Nel mio post  http://vedo-vedo-vedo-e-prevedo-bilancio.html  sono stato “forse” troppo duro con il nostro sindaco Alan Fabbri, e soprattutto con la sua presentazione al bilancio che ho trovato “molto” sopra le righe e distante dalla realtà.  
In quella circostanza credo comunque di aver ben argomentato le mie perplessità con dovizia di dati e numeri.  Penso che  la mia analisi possa essere condivisa o meno, e sicuramente non è l'unica  possibile, tant' evvero che,  di seguito proporrò una ulteriore rielaborazione dell’andamento della spesa corrente  negli ultimi 4 anni. 
So  per certo che il signor sindaco non ha gradito la mia “moderata” critica, ma soprattutto non ha gradito che, questa critica, sia stata portata, con una certa impudenza, sulla sua “bacheca” Facebook, subito sotto il suo  quotidiano  “proclama – web”. 
Dove solitamente si trovano decine, se non centinaia,  di commenti osannanti è apparsa una voce fuori dal coro, la mia . Chi ha osato ledere la maestà di “ALAN    sindaco di Bondeno”   deve morire 
( ovviamente solo nel mondo virtuale …. Spero) . E così sono stato cancellato dagli “amici di facebook”  del signor sindaco e conseguentemente la mia “moderata” critica è scomparsa “desaparecida” .  Ovviamente la cosa mi ha amareggiato poiché se formulo delle critiche verso il signor sindaco è perché,  comunque lo considero, se così non fosse lo avrei già dato per perso e avrei rivolto il mio sguardo altrove.


Ciò detto torniamo ad occuparci del nostro bilancio preventivo, e più recisamente vorrei  ritornare sulle spese correnti del bilancio di previsione  2013. Nel post http://vedo-vedo-vedo-e-prevedo-bilancio.html    avevamo  esaminato gli scostamenti, in + ed in – rispetto al 2012,  anno che può essere definito anomalo comunque la si pensi . Con questo post , vorrei analizzare l’andamento della stesa spesa corrente  su un arco temporale un po’  più ampio,  in modo da sterilizzare le anomalie . I dati necessari per questa analisi,  li ha forniti il dirigente del settore finanziario nella sua relazione allegata al bilancio (pag. 12) .

classificazione delle spese correnti per servizi
servizi
rendiconto 2009
rendiconto 2010
Rendiconto  2011
Assestato 2012
Previsione 2013
servizio organi istituzionali
341.925,40
299.570,63
310.740,57
311.385,95
321.673,30
servizio segreteria generale
668.852,50
636.797,25
744.190,01
769.093,62
747.341,85
servizio gestione finanziaria
544.320,16
565.180,63
520.190,85
492.651,13
541.061,28
servizio gestione tributaria
105.017,08
108.322,53
114.190,01
150.857,90
143.423,61
servizio patrimonio
421.312,38
384.259,67
403.984,28
392.261,26
361.135,06
servizio ufficio tecnico
339.192,96
396.470,43
327.891,92
343.475,48
370.478,24
servizio anagrafe
191.421,20
162.694,48
188.253,46
178.133,05
173.303,42
altri servizi generali
390.804,92
428.467,01
395.600,30
460.495,68
530.901,43
servizi giudiziari
44,66
0,00
55,00
5,00
polizia locale
1.067.617,14
1.101.981,11
928.677,82
908.443,14
967.261,47
polizia commerciale
72.187,55
76.281,54
97.822,65
81.960,74
75.445,45
polizia amm.va
53.466,02
54.027,01
13.750,12
2.200,00
2.100,00
scuola materna
129.349,04
139.191,05
115.208,27
114.703,15
109.443,78
istruzione elementare
186.686,60
192.627,24
164.636,07
158.844,43
188.359,17
istruzione media
333.536,18
330.036,03
337.693,02
322.141,13
347.907,04
istruzione secondaria superiore
41.792,12
49.941,26
49.029,70
47.316,33
46.905,88
assistenza scolastica
769.999,41
822.683,84
846.609,46
905.043,15
863.327,38
biblioteche musei pinacoteche
228.212,40
240.602,43
218.868,77
208.730,51
207.395,19
attività culturali
129.831,75
135.963,14
106.607,42
111.265,22
123.988,11
impianti sportivi
237.298,95
237.908,28
237.846,69
137.665,52
223.791,57
manifestazioni div.nel settore sport
61.387,59
50.765,58
101.671,82
53.756,76
58.908,35
servizi turistici
11.906,71
11.509,28
11.394,85
11.048,44
16.111,46
altre manifestazioni turistiche
118.971,59
144.929,00
150.547,45
145.500,00
148.500,00
viabilità
785.750,07
739.964,83
748.069,74
463.912,58
735.860,67
illuminazione pubblica
555.063,21
580.200,27
645.091,51
641.091,27
730.090,53
trasporti pubblici
12.189,30
13.078,30
16.092,50
16.111,00
6.111,00
urbanistica e gestione del territorio
184.673,32
208.221,42
197.815,54
239.524,95
196.025,40
edilizia residenziale pubblica
7.318,32
7.423,88
62.675,50
56.447,23
54.800,97
servizio di protezione civile
86.381,10
79.360,75
84.642,06
1.964.058,86
1.155.483,89
classificazione delle spese correnti per servizi
servizi
rendiconto 2009
rendiconto 2010
Rendiconto  2011
Assestato 2012
Previsione 2013
servizio idrico integrato
68.571,27
65.551,80
61.675,75
58.446,45
56.722,86
smaltimento rifiuti
5.178,05
4.977,22
4.692,61
4.587,58
2.918.226,67
tutela del verde e ambiente
161.602,37
162.553,95
161.193,02
133.081,62
150.145,49
asili nido
605.866,50
610.919,19
566.055,68
596.057,09
596.421,92
servizi di prevenzione e riabilitazione
7.954,66
13.604,82
6.269,59
8.535,00
7.923,00
strutture residenziali per anziani
395.167,19
400.396,92
383.368,99
353.063,33
352.052,99
assistenza e beneficienza pubblica
1.134.844,14
1.224.805,70
1.282.903,59
1.173.908,99
986.271,94
servizio necroscopico e cimiteriale
250.686,47
247.291,26
222.776,07
214.854,29
217.454,72
servizio affissioni
28.233,45
28.546,20
28.862,55
29.530,43
29.713,46
servizio fiere
52.500,00
53.000,00
52.370,45
53.000,00
53.000,00
servizi relativi all'industria
1.550,00
1.550,00
1.550,00
1.550,00
1.550,00
servizi relativi al commercio
10.605,20
11.874,77
13.362,03
13.500,00
15.000,00
servizi relativi all'artigianato
27.371,63
12.297,79
12.076,40
11.854,59
11.775,10
servizi relativi all'agricoltura
6.700,00
6.000,00
2.714,03
7.000,00
7.000,00
servizio distribuzione gas
52.369,33
47.873,94
41.379,77
40.250,33
39.056,56
totale spese correnti
10.885.709,89
11.089.702,43
10.981.042,89
12.387.393,18
14.889.455,21

                          
L'anomalia dell'esercizio 2012 risulta evidente dai totali delle spese correnti, allo stesso modo  anche il 2013 si accinge ad essere un anno anomalo in seguito all' introduzione della TARES, la nuova imposta comunale,  che riporta le spese della gestione dei rifiuti urbani all'interno del bilancio comunale e più precisamente delle spese correnti.

Pertanto per poter esprimere alcune considerazioni  che abbiano senso, dobbiamo confrontare dei dati sufficientemente omogenei. Per fare ciò bisogna che interveniamo sui dati che ho evidenziato in rosso nella tabella, e più precisamente:
- nel 2012 la spesa per " protezione civile"ha ovviamente avuto un’impennata, infatti a fronte di una spesa media (2009 – 2011) di 80.000 circa,  nel 2012 si sono spesi  1.964.058 e nel 2013 si prevede di spendere 1.155.483; pertanto per poter fare un raffronto omogeneo dalle spese correnti 2012 dobbiamo  togliere 1.884.058 euro dal 2012  e  euro 1.075.483 dalle spese 2013 .
Nel 2013, come dicevamo, lo smaltimento rifiuti rientra tra le spese correnti, non era così per gli anni precedenti e quindi dovremo togliere  2.918.226 dal totale spesa corrente 2013  .
i totali così omogeneizzati saranno i seguenti :

2009
2010
2011
2012
2013
Totale spesa corrente
10.455.693,81
10.681.268,47
10.605.951,59
10.131.795
10.521.196

Facciamo alcune considerazioni :
- la prima considerazione è che per il  2013 la nostra amministrazione ha a disposizione, per spese correnti,  circa 390.000 in più  rispetto al 2012,  e cifre analoghe a quelle spese negli altri esercizi (2009 – 2011) e quindi non lamentiamoci.
-  se poi guardiamo  la spesa 2013 di ciascun settore e paragoniamo i loro valori assoluti, mi vengono in mente alcune cose:
1) La spesa per i settori di polizia locale, polizia commerciale e polizia amministrativa  super il 1.000.000 di euro , da sempre, mentre per l’assistenza scolastica spendiamo, da sempre  molto meno (800.000 circa), per l’asilo nido spendiamo circa la metà (500.000 circa)  Per l’istrizione scolastica di ogni ordine e grado spendiamo circa 650.000 euro. Per la viabilità, compresi i  cantonieri spendiamo 700.000 circa.
Quindi la spesa per la polizia municipale è in assoluto, tra le più rilevanti se non quella maggiore, e ci  può anche stare, ma mi chiedo e vi chiedo, i risultati sono proporzionali alla spesa ??? 
Per me no!!!
- se passiamo  ad un’ analisi differenziale tra gli stanziamenti del medesimo settore nei vari anni  e soprattutto tra il 2013 ed il 2011 (anno “normale”) si evince che i settori più penalizzati  nel 2013 sono:
Assistenza e beneficenza pubblica  – 296.631
Strutture residenziali per anziani   - 31.316
Biblioteca, musei    - 11.473
Impianti sportivi   - 14.055
Servizio patrimonio   - 42.849
Servizio anagrafe   -14.950
Mentre i più premiati nel 2013 sono :
Ufficio tecnico  + 42.586
Servizio gestione finanziaria +20.870
Servizio gestione tributaria  + 29.233
Altri servizi generali    + 135.301
Istruzione elementare  + 23.723
Illuminazione pubblica  + 85.000
Asilo nido  + 30.366 

se consideriamo invece  il differenziale  2012 – 2013  possiamo evidenziare le minori spese che seguono:
assistenza scolastica – 41.715
urbanistica e gestione del territorio – 43.500
assistenza e beneficenza pubblica – 187.637
 e le seguenti maggiori spese :
altri servizi generali  + 70.405
polizia locale + 50.000
impianti sportivi  + 86.126
viabilità   +  271.498.
E' di tutta evidenza che, nell'ambito della propria discrezionalità, il sindaco e la giunta hanno aumentato le spese dei settori che ritenevano più importanti, penalizzando quelli, per loro, meno importanti o strategici. 



In sintesi si può dire che nel 2013 si sia voluto premiare il settore degli "altri servizi generali" (quali ???) togliendo dall' assistenza e beneficenza pubblica. 
Sicuramente ci sarà una spiegazione logica, ma io non la conosco, 
e voi ? 

4 commenti:

  1. Dott.Aleotti non si sorprenda ormai è noto a tutti che il Sindaco difetta di senso democratico, forse dovuto alla scarsa capacità di raffrontarsi con i propri cittadini e maggiormente con i propri oppositori.Comunque se anche le ha tolto l'amiciazia su Facebook leggerà sicuramente il suo Blog e come se lo legge.....

    RispondiElimina
  2. Il sindaco leggerà forse i blog, ma poi si guarda bene dal rispondere; per esempio mi piacerebbe sapere come mai, a fronte della pur rilevante cifra per attività culturali (più di 100.000 euro all'anno) mi riesce così difficile trovare qualche attività degna di questo nome da inserire tra le notizie di bondeno.com

    RispondiElimina
  3. Ma lo sapete che Aleotti e Verri avevano aumentato lo stipendio alla Cavallini di 24.000 euro all'anno perchè non capivano niente di bilancio??
    Infatti le analisi fatte dal dottore sono improntate solo alla distruzione di quello che fa Fabbri Alan, senza tener presente il momento di crisi che ci attanaglia, e d'altronde lui che ha i soldi ha sempre ragionato in modo da non tener presente chi ha bisogno e soldi non ne ha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AD ONOR DEL VERO :19 febbraio 2013 09:17

      Come mai allora il sindaco Fabbri appena insediato voleva promuovere a tutti i costi la dott. Cavallini come "city manager" aumentandogli ancor di più lo stipendio ??? Forse perchè il Sindaco sapeva bene che tra lui , Cestari e tutto il resto della giunta non nè capivano neanche 1/10 di quello che nè capisce il dott. Aleotti ??? La dottoressa Cavallini è in gamba è va remunerata bene, non tanto come si voleva però, solo per sopperire all'incapacità di una giunta fatta di impiegati e nullafacenti. I danni peggiori però si fanno imponendo scelte amministrative di opportunismo politico che neanche una dirigente brava come la Cavallini può fare miracoli per turare le falle così prodotte !!!

      Elimina