AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

sabato 6 dicembre 2014

Siamo dei coglioni, ma non trattateci da scemi


Un noto politico locale recentemente ha sostenuto sulla stampa (http://www.estense.com/?p=426879 )    che :
I terremotati pagano la Tari due volte. Oltre alla tassa per le proprie abitazioni, infatti, la popolazione del cratere deve pagare anche per chi è rimasto fuori casa, dal momento che lo Stato non intende scontare neppure un euro dal saldo complessivo dell’imposta. Il governo ha sì concesso le esenzioni a chi ha subito crolli, ma pretende che il gettito totale della tassa rifiuti sia identico a quello di sempre. 
“E’ l’ennesimo tradimento del governo – protesta – che non è disposto a rinunciare a un solo euro di tasse e ha speculato sul terremoto. Questo fisco sciacallo rischia di distruggere ciò che il sisma non ha colpito. Il governo deve subito sopperire alla mancanza di fondi senza costringerci a gravare sulle zone terremotate”. 
Evidentemente questo noto politico ha avuto la prova che noi, di Bondeno, siamo dei coglioni, ma non può trattarci, tutti da scemi.

Infatti se questo politico, avesse  vissuto a Bondeno, oppure se, recentemente, avesse anche solo pagato le tasse a Bondeno,  non avrebbe mai detto una cosa del genere. 


La TARI - Tassa Rifiuti -  a Bondeno, grazie al nostro sindaco Alan Fabbri ed alla sua amministrazione "spendacciona" è la più alta della zona, e non c'entra niente il terremoto.





Nella TARI l'amministrazione di Bondeno ha inserito ben altre spese, come ho mostrato in alcuni recenti post : http://ma-quanto-mi-costi.html  http://non-abbiamo-mica-lanello-al-naso.html http://siamo-dei-coglioni.html  e, a forza di aggiungere spese come le borse lavoro, la TARI di Bondeno è lievitata, lievitata, lievitata ...
Indipendentemente dal terremoto e dalle case inagibili, il gettito  TARI serve a coprire i costi della raccolta rifiuti e dei servizi connessi, se i costi sono molti ed alti, la tariffa aumenta, cosa c'entra lo Stato ???


Siccome, pur essendo un coglione, non sono scemo e non mi piace che qualcuno provi a farmi passare per scemo, sono andato a verificare sul sito del M.E.F. (Ministero Economia e Finanza) dove sono riportate le delibere TARI di tutti i  comuni italiani  
http://www.finanze.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/IUC/sceltaregione.htm?anno=

e ho estrapolato le tariffe dei comuni a noi più vicini e così ho potuto verificare che il politico di cui sopra sta prendendo per i "fondelli" i cittadini.

Ma basta chiacchiere e passiamo ai fatti ecco l'estratto di alcuni comuni della nostra zona :
FERRARA
SANT'AGOSTINO 
CENTO

FINALE EMILIA

MIRANDOLA



SERMIDE
FELONICA

CASTELMASSA


OCCHIBELLO
ed infine Noi,    BONDENO 
Le Tariffe di Bondeno sono di gran lunga le più elevate, sia dei comuni limitrofi, non terremotati, che di quelli terremotati, anche più terremotati di Bondeno, tutto quello che ho appena detto è riscontrabile dalle tabelle estratte dal sito del M.E.F. che ho riprodotto sopra.
Comunque siccome qualcuno ci sta trattando da SCEMI, ho calcolato la TARI per una famiglia "TIPO" formata da 3 persone che abita una casa di 100 mq.  e  ho riportato il risultato in euro nella tabella che segue :

Comune             quota fissa       quota variabile                  totale
Bondeno 133,15 283 416,15
Ferrara 147 162,12 309,12
Cento 128,58 253,55 382,13
Sant'Agostino 101,57 260,24 361,81
Finale Emilia 123 91,15 214,15
Mirandola 95,71 143,03 238,74
Felonica 82,01 138,32 220,33
Sermide 82,51 70,21 152,72
Ficarolo 61,63 170,83 232,46
Castelmassa 48,82 150,31 199,13
Occhiobello 87,8 146,49 234,29
       
Quindi, caro noto politico, non ci tratti da scemi e, guardandosi allo specchio,
provi a chiedere al sindaco di Bondeno Alan Fabbri,
perché i cittadini di Bondeno sono stati costretti a pagare la TARI più alta di tutto il circondario, 
e .... questa volta non menta a se stesso !



18 commenti:

  1. E va bene cosi....!! SENZA PAROLE!!!

    RispondiElimina
  2. Lorenzo Berlato7 dicembre 2014 04:36

    Chiedo il permesso di sfogare tutta la mia indignazione sull'eccesso spropositato di queste tariffe, visto che risulto uno dei maggiori contribuenti, pagando la tariffa per 5 famigliari e per una casa adeguatamente grande. Questo sfogo lo voglio manifestare richiamando alla memoria la triste storia dell'approvazione in Consiglio Comunale delle aliquote IMU nel 2012. Anche allora il nostro sindaco per coprire i buchi del bilancio festaiolo aveva pensato bene con un blitz all'insaputa dei consiglieri di maggioranza, di aumentare le aliquote IMU sugli immobili rurali e imprenditoriali. Manifesti, articoli, banchetti e iniziative varie ci avevano impegnato strenuamente per denunciare il salasso che il governo Monti stava propinando al "popolo delle partite iva" con l'introduzione dell'IMU al posto dell'ICI. In maggioranza si era deciso per una soluzione soft nei confronti degli imprenditori locali. Pochi giorni prima di andare in Consiglio per l'approvazione, ci giunge una e-mail dalla segreteria del sindaco che annuncia le aliquote ufficiali decise dalla Giunta. Rimango allibito dalla cifra di oltre 1 milione di € che il sindaco e la giunta avevano deciso di applicare in aumento sulle aliquote base del tanto vituperato Mario Monti. Rispondo al sindaco immediatamente, come capogruppo, come amministratore e come rappresentante degli imprenditori scrivendo che il 1° aprile è passato da un pezzo e certi scherzi sono di cattivo gusto. Ho provato a sensibilizzare gli altri consiglieri di maggioranza e con il supporto certo e incondizioato di altri due, indispensabili per non far passare la "cresta" da 1 milione in Consiglio, ho preteso una riunione urgente di maggioranza per risolvere la delicata situazione. Facendola breve, la burrascosa riunione c'è stata e battendo veramente i pugni sul tavolo ed alzando la voce siamo riusciti a ridimensionare la"rapina" ai danni degli imprenditori bondenesi di oltre 700.000 €, facendo ridurre le rispettive aliquote di riferimento. Non ne ho mai fatto cenno però ora non mi sottraggo dal far rilevare che grazie a quell'iniziativa noi tre consiglieri, non osteggiati troppo dagli altri di maggioranza, siamo riusciti a far rimanere nelle tasche dei nostri agricoltori, artigiani, commercianti e imprenditori, un bel gruzzolo di soldi. Naturalmente da allora sono stato ancora più inviso al sindaco e a qualche assessore, ciò nonostante il sindaco ha sempre millantato a proprio favore il contenimento di dette aliquote. Il problema è che io ho sempre potuto fare rilievi e critiche, anche aspre su certe scelte e comportamenti del sindaco, perchè sono veramente libero sotto tutti i profili, mentre altri, chi per lavoro, situazione economica o altro, lo era e lo è molto di meno ed ha un pò le "mani legate". Ovvio che la mia condivisione d'intenti stava volgendo al termine e da capogruppo non potevo più portare avanti scelte, proclami e iniziative che non riuscivo più a condividere. Trovandomi praticamente solo nel cercare di contenere queste criticità, ho ritenuto doveroso dimettermi senza fare "casino". Scusate il richiamo a fatti personali ma penso che tutto possa servire per fare ulteriore chiarezza sulle cose. Da rilevare che conservo con cura lo scambio di e-mail ufficiali con la segreteria del sindaco che comprovano quanto ho detto, ma in fondo Arnaldo era già edotto della faccenda e puntualmente senza fare nomi, aveva tenuto aggiornato in tempo reale i lettori del blog di questa "spiacevole" evenienza. http://albo-pretorio-bondeno.blogspot.it/2012/10/aliquote-imu.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so quanto paghi tu ma anch'io con una casa moderatamente grande ho pagato 926 euro .Siamo in 4 ed e' una vergogna .E' la casa
      che deve fare la differenza a parità di nucleo familiare?Poi non so tu ma io con una casa (a detta del catasto di lusso) a Bondeno pagoIMU
      piùTASI per la (modesta)cifra di 2100 euro .A Ferrara pagano solo l'IMU .Ma guarda un po'

      Elimina
  3. Sempre troppo poco. lo hanno votato, lo votano, lo rivoteranno (o un suo adepto). Sempre troppo poco, perché fa bene a trattarci da c..., lo siamo (almeno la maggioranza). Questa è la realtà cari amici e voi lo sapete bene (almeno quei venticinque lettori del blog). Alla "gente" (che li vota a stragrande maggioranza) non gliene frega niente della Tari, del blog, della disoccupazione, del degrado irrefrenabile di Bondeno, di tutto quello che riguarda la cosa pubblica. Riceve la cartella delle tasse, ascolta Fabbri che dice che è colpa di Renzi e maledice Renzi (o Monti, o Letta, o...). Poi la va a pagare, lo incontra al bar e si convince che ha ragione. Se lui triplica le tasse e poi alla sagra dei famigli racconta che la colpa è dello stato, i boccaloni se lo bevono. Sempre troppo poco. Se spacciano per cultura una commedia dialettale (e Occhiobello e Copparo per esempio hanno Cederna, Rossi, Orlando in calendario), se spacciano per grandi opere la ristrutturazione di un cimitero, se se se... chi è causa del suo mal pianga se stesso: questo è il livello dei bondenesi, non pensiamo di essere a Oslo. Di quelli di destra (che da dieci anni minimo minimo spalleggiano questi personaggi pur di star seduti in comune), di sinistra (che qualche mese fa invece di votare per il loro bigio ma preparato hanno votato in massa per Biancardi), di centro (no comment, meglio). The best is yet to come.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono permesso di riportare integralmente il commento su bondeno.com, ritenendolo assolutamente calzante alla situazione.

      Elimina
  4. Non sarà che i mq dopo il terremoto sono diminuiti e il servizio va pagato comunque e quinfi ripartito tra chi ancora per sua s"fortuna" i mq li ha conservati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..scusi, e gli altri Comuni "piu' terremotati " di Bondeno, quali Finale Emilia, Mirandola, Sant'Agotino ???

      Elimina
  5. E chi se ne frega se pago il doppio di tasse rifiuti rispetto a Finale, vedere Alan in televisione con la felpa Scortichino, non ha prezzo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stimat, furbon !!!

      Elimina
    2. Casaleggio di Tristic8 dicembre 2014 12:17

      Ha tremendamente ragione @Scortichino, ma non capite che veicolo pubblicitario di propaganda ed esposizione mediatica per il nostro territorio vedere il nostro sindaco, perchè Alan rimarrà per sempre il nostro sindaco, vederlo al Consiglio Regionale con la felpa della VIA BASSA o GUATTARELLA ? E quando sarà a Roma in Parlamento vedere Alan con la felpa del CROCIALE o della RANGONA sapete che traino per le imprese del posto e che onore per tutti noi ? Ma penso che Alan possa fare molto di più. Sulla scia di grandi artisti come Andy Warhol che fece un successo incredibile raffigurando i barattoli di zuppa CAMPBELL'S e Piero Manzoni che nel 1961 divenne famoso vendendo innumerevoli barattoli contenenti "Merda d'artista", penso che se Alan mettesse assieme le due idee e associasse la sua immagine a barattoli con l'etichetta dei nostri borghi o frazioni, associata alla dicitura "Cazzate d'autore" mettendo dentro ad ogni contenitore la specifica delle stronzate fatte nel posto in etichetta, beh penso avrebbe un successo favoloso. Anche perchè la produzione dei barattoli, visto la grande quantità di materiale di cui dispone da metterci dentro sarebbe infinita !!!

      Elimina
  6. Lungi da me difendere l'amministrazione comunale di Bondeno ma, il dott.Aleotti dovrebbe sapere che il costo della raccolta rifiuti dipende anche dalla vastita' del territorio del comune di Bondeno. Il nostro comune ha la densita' di popolazione piu' bassa di tutti i gli altri presi come esempio. A parita' di territorio piu' abitanti ci sono, maggiore sara' la suddivisione dei costi.

    RispondiElimina
  7. Se Alan a deciso che dobbiamo pagare cosí é giusto! Lui é il sindaco del popolo! Comunque a fatto il Bundan, i cimiteri, le pensioni, e a dato una casa a tuti li italiani come me! Viva il Bundan, viva Alan. Crea lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pico da Bondeno9 dicembre 2014 17:19

      Diletto Anonimo16:14, la sua loquela e la sua ortografia fa mirabil manifesto del qual tipo d'amalgama e d'impasto fonda la prosperità politica sua, il padan guerrier verde scudato el che dimora e domina dalla sommità della sua municipal loggia. Non v'è bisogn d'altra inutil favella, ora tutto è ben manifesto della prosperosa gloria del divin codino alias DEUS SOL INVICTUS ( Dio del Sole delle Alpi invincibile) !!!

      Elimina
    2. Forza lega!!!! Parla in Italiano non in terronese! Alan é un grande. Lui é sempre in mezzo alla gente. Sempre nei bar. Sempre in piazza. Adesso va a bolognia, per difendere Bondeno dai comunisti. Poi in piazza anni detto che si fanno aziende se vince ancora la Lega.

      Elimina
    3. Pico, Anonimo si sta (evidentemente) divertendo.

      Elimina
    4. Pico, Anonimo si sta (evidentemente) divertendo.

      Elimina
    5. Anonimo, si scrive anno, non anni! O sentito anche io al bar che aprono tante fabriche a Bondeno.

      Elimina
    6. Pico da Bondeno11 dicembre 2014 17:46

      Campus@, risus abundat in ore stoltorum, quae est fortuna padus bellator !

      Elimina