AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

lunedì 6 ottobre 2014

Ma come siamo ridotti

Mi è appena stata recapitata la seguente immagine nella casella di posta del Blog:



seguita dal commento :
"NO  ti prego no ....."

E preghiamo pure che non sia vero, ma se fosse vero  sai che "bello" esportare il modello Bondeno in tutta l'Emilia - Romagna ???


Io sono un grande sostenitore del "modello Bondeno",
lo avrete capito dai 569 post che ho pubblicato sul blog in questi oltre due anni di attività, dove ho cercato di raccontare la Bondeno al tempo del sindaco Fabbri .

Se Fabbri è la massima espressione del partito di Salvini in Emilia Romagna, o addirittura di tutto il Centro Destra, allora una  domanda mi sorge spontanea :
MA COME  SIAMO RIDOTTI ???

Nel tentativo di abbozzare una risposta, vi rimando alla lettura di un intervento fatto da Giovanni Nardini, sul quotidiano web Bondeno.com  http:/zuccherifici-pastifici-e-feste-di-piazza/ . 
Foto  Bondeno.com
L'articolo è particolarmente ispirato, ma ancora più interessante è il primo commento a firma Lorenzo Berlato che "forse" inizia a rispondere alla nostra domanda  . 
Con il permesso dell'autore e ringraziando la redazione di Bondeno.com, voglio riportare questo intervento qui di seguito, tanto perché non possiate dire di non averlo visto:

Foto "La nuova Ferrara"
Alla fine del 2012 ho rimesso il mandato di capogruppo della Lega Nord, partito nel quale ero stato il più votato nelle comunali del ‘09, ad inizio 2013 non ho riconfermato l’iscrizione a tale Movimento e ad inizio estate dello stesso anno, per coerenza e con sofferenza, ho dato le dimissioni da consigliere comunale dichiarando semplicemente la mia insoddisfazione per la conduzione del partito e i comportamenti e le scelte della giunta del sindaco Fabbri. A chi mi sollecitava una più chiara e approfondita motivazione risposi più volte con il motto Estense : LOCO ET TEMPORE. Ora i tempi cominciano a maturare per far capire i fondamentali della scelta sul mio disimpegno. Sta saltando il coperchio della pentola del pastificio dove il sindaco aveva dato ampie garanzie ai consiglieri di maggioranza sulle buone intenzioni e la serietà di Ramoser e compagnia. Inveiva come un ossesso contro chi dell’opposizione osava dubitare sull’onestà d’intenti dell’ENUMPLAN. Quessto solo per iniziare l’approccio alla pagliacciata che poi è stata messa in scena dai vari attori, fino alla comica finale alla Pinacoteca dove è stato volgarmente sbeffeggiato Giovanni Nardini. Ho scoperto troppo tardi sul web il burrascoso passato giudiziario di Ramoser e soci. Questa comunque è stata per me la tipica goccia che….Negli anni precedenti sono stati diversi i casi che non riuscivo a digerire e sopportare, sia come scelte politiche/amministrative, sia come atteggiamento di rispetto personale nei confronti dei vari consiglieri che, ho capito troppo tardi, eravamo serviti al giovane ingegnere padano unicamente per raggiungere il suo scopo, quello cioè di mettere il culo sulla sedia più calda del Comune. I vari Berlato, Grechi, Pini, Cerutti, Beltrame e tanti altri servivano solo come bella facciata e a fare da taxi per raggiungere la meta agognata. Da prima era già tutto preordinato, anche i consiglieri personali che non erano certo quelli eletti con le preferenze. Ci sarebbe da scrivere un corposo libro su quello che doveva essere la Lega a Bondeno e non è stata. Con Giovanni Nardini non condivido nulla sull’analisi politica locale del passato ma ero disposto a riconoscergli coraggio e saggezza nella innovativa decisione di affrontare le ultime Amministrative con un accordo paritetico con la lista civica di Cristina Aleotti, sulla scia delle scelte strategiche avviate dal segretario Renzi. Evidentemente Bondeno non è maturo o pronto a tale situazione e metà degli elettori di sinistra ha votato la lista civica di Fabbri e Biancardi. A me spiace non essere riuscito a dare un più concreto apporto alla mia comunità e chiedo scusa a chi mi ha dato la sua fiducia per aver portato il suo voto non nella direzione più opportuna. Devo ammettere che aveva ragione chi mi diceva che chi scende in politica lo fa solo per mire opportunistiche, al 95% è veramente così. Comunque qualche mese fa ho avuto dal sindaco la giusta attestazione della sua stima e riconoscenza per il servizio elettorale resogli. Poco prima di mezzanotte dopo aver finito di spalare a secchiate un buon mezzo metro d’acqua entrata nel seminterrato dopo un brutto temporale, ho chiamato telefonicamente il sindaco per avvertirlo in tempo reale che l’ultimo lavoro fatto alle fogne non aveva prodotto i risultati sperati. Il sindaco Alan Fabbri, accompagnato da un assordante sottofondo musicale tipo discoteca, mi ha letteralmente omaggiato di queste parole : “Sei una faccia di merda perchè se vinceva Nardini le fogne tiravano perfettamente”. Amen e così sia.
          Lorenzo Berlato - 

22 commenti:

  1. Un paio di parole: GROTTESCO, ALLUCINANTE!

    RispondiElimina
  2. E' il giusto riconoscimento di come ha condotto la vicenda pastificio-

    RispondiElimina
  3. Nello scritto di nardini si propone la domanda cosa farà il sindaco? questa è la risposta, il consigliere regionale, abbandonando l'amato comune e il 70 per cento degli elettori di bondeno. comunque coraggio non scoraggiatevi c'è davide pronto a sostituire il suo sostituto. e avanti...........................

    RispondiElimina
  4. Lasciate che vada, Bondeno ne avrà solo giovamento.

    RispondiElimina
  5. Cosa scrive Salvini? Meno false cooperative e favori agli amici!!!! Hahahahahahaha sembra una presa per il culo!!! Mo anden Salvini a tlà pó cuntar a quei ad Milan ma brisa a quei ad Bunden!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti a Lorenzo che ha inpiegato solo alcuni anni per capire quello che la minoranza (sempre più esigua a onor del vero) degli elettori di bondeno avevano capito sei anni fà. Purtroppo l'avvocata arrivista e il funzionario comunista non erano alternative che ci avrebbero salvato dal declino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si va beh, per certi versi si può anche capire, ma preferire B I A N C A R D I ai due nominati, penso sia veramente illogico, demenziale, inspiegabile e tantomeno comprensibile !!!

      Elimina
  7. e' il candidato "di bandiera" della Lega. difficilmente diventerà il candidato del centrodestra unito. se invece la lega dovesse andare da sola può essere un colpaccio. a Bondeno si andrebbe a nuove elezioni e la "colpa" del disastro finanziario del comune, o delle misure per "stringere la cinghia" se la piglia il prossimo sindaco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tanto a Bondeno si bevono (!?!) di tutto e lo stiamo vedendo da decenni, quindi piuttosto che uno serio che promette lacrime e sangue (perché non ci sono altre prospettive) ci ritroveremo ancora un allegro festaiolo da associazioni e sagre (che è l'unico argomento di interesse per quasi il 70% dei bondenesi)

      Elimina
  8. Al di là del toto-politica, mi chiedo: ma quale "gestione" del terremoto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. manca l'aggettivo: "cattiva" gestione. una montagna di grano non utilizzata per alcun progetto credibile per la ripresa del territorio

      Elimina
  9. Tutte le vostre critiche sono legittime e fate bene a farle, ma ricordatevi sempre che siete una MINORANZA ........!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma per fortuna siamo una minoranza, non vorrei mescolarmi con quel 64 % di cittadini che hanno votato Alan. Un partito quando supera il 7 - 8 % è già troppo popppolare in my opinion .

      Elimina
  10. nelle terre del parmigiano avanza l'amministrazione groviera.

    RispondiElimina
  11. Barbaro Sognante7 ottobre 2014 21:06

    E questa volta chi gliela paga la campagna elettorale al sindaco emiliano di Bossi ? Trattandosi di elezioni regionali sarà il Gruppo Regionale, come del resto aveva già fatto per la 17mila volte corposa elargizione(consulenza) del 2009, attivata casualmente (ripeto CASUALMENTE) in coincidenza con i quattro mesi di campagna elettorale per le comunali '09 che naturalmente c'entrano nulla col Gruppo Regionale. Mauro Manfredini (capogruppo LN in Regione) ha ricordato più volte pubblicamente : "Abbiamo investito molto su Alan ! " . E chi mai può osare metterlo in dubbio ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viene pagata con soldi del partito, derivanti da sottoscrizioni dei militanti come me e, a differenza di altri partiti vedi PD e Forza Italia, i soldi pubblici dei rimborsi elettorali la lega li restituisce ai cittadini. ( vedi 1 MILIONE di euro donati dalla lega a Bondeno! )

      Elimina
    2. Barbaro Sognante8 ottobre 2014 09:36

      Perdonami caro Leghista ma non hai capito nulla di quello che voglio intendere o fai finta di non cogliere per sviare come i tuoi capi o tu stesso siete soliti fare. Io non parlo di quella miseria di soldi che derivano dall'iscrizione o donazione di quattro gatti ma delle grosse disponibilità e possibilità di orientamento di fondi del Gruppo LN in Consiglio Regionale e soprattutto del loro LEGITTIMO uso !!!

      Elimina
    3. Barbaro Sognante II8 ottobre 2014 09:50

      In ogni caso se sei un vero militante della Lega Nord ci terrai eccome alla legalità e all'onestà vero ? Ora dimmi sinceramente quanti bilanci o resoconti di partito ti hanno mai fatto vedere ? Tu dici che ti fidi, OK, dimmi allora delle donazioni tue od altri al partito, specie per le campagne elettorali, ti hanno mai fatto ricevute legali e sai se tali contributi siano stati inseriti in bilancio come regolare finanziamento al partito ? Occhio prima di rispondere, chiedi consiglio al capo che poi se approfondiamo qualcuno "se ne potrebbe avere a male" !!!

      Elimina
    4. Le spese elettorali le pagano tutti i residenti con il prelievo fiscale, e sono rimborsate ai candidati con norme e limiti di spesa che variano da regione a regione. Oltre i limiti di spesa intervengono i fondi propri dei partiti (sia pubblici che privati). Il finanziamento pubblico (eccetto spese elettorali) sparirà dal 2017, i finanziamenti privati non possono eccedere 100.000€ per donatore e per anno. Le trovi su www.normattiva.it. Il provvedimento è il DL 149/2013.
      La normativa regionale sui rimborsi spese la trovate su http://www.regione.emilia-romagna.it/elezioni/notizie/guida-alle-regionali-2014-candidature-scadenze-documentazione.

      Elimina
    5. Dottor Campi non voli troppo alto come tende a fare di solito, siamo tutti comuni cittadini più o meno interessati all'evoluzione delle proprie tasse. Prima si parlava semplicemente dei bilanci e delle dazioni ricevute e dichiarate dalla Lega Nord di Bondeno. Poi si è anche toccato il delicato tasto dei soldi dei Gruppi al Consiglio Regionale, in particolare delle consulenze o altre spese concesse o attivate dai Gruppi, anche in questo caso si parlava di LN. Per caso non ha sentito parlare delle indagini sulle spese strane dei Gruppi politici della nostra Regione ? Non ha letto delle indagini in corso a carico di tutti i capigruppo della Regione ? Non ha letto che Richetti si è ritirato dalle primarie PD perchè gli vengono imputate "solo" qualche migliaia di euro spese in cene con sostenitori ed abbonamenti a giornali cattolici ? Bonaccini più o meno stessa imputazione insieme a tanti altri. Quindi è semplicemente di questo che si stava parlando, dottor Campi.

      Elimina
  12. Riguardo la rendicontazione delle spese, li trovate sui siti dei partiti. per i curiosi questo il bilancio della lega: http://leganord.org/index.php/component/phocadownload/category/203-bilancio-lega-nord-2013
    questo del PD: http://www.partitodemocratico.it/doc/269403/bilancio2013.htm
    questo di Forza Italia: http://www.forzaitalia.it/notizie/11223/Rendiconto_dell_esercizio_2013

    RispondiElimina