AUTOGESTIONE

Il blog continua a vivere con i commenti dei lettori .....

venerdì 1 luglio 2016

Volontariato a piè di lista


Contributi Concessi alle associazioni del Territorio nel 2015


1 commento:

  1. Pico da Bondeno7 luglio 2016 01:08

    Penso proprio non ci sia bisogno di alcun commento, qualsiasi espressione di sdegno non riuscirebbe minimamente a rappresentare il livello di spudoratezza con la quale questa Amministrazione si fa gioco della cittadinanza in generale ed in particolare della moltitudine di persone che per "due crocchini" gli dà il voto. Non c'è bisogno di commenti anche perchè sono anni che in massima parte Aleotti e in minor parte il sottoscritto, mettiamo in piazza numeri, documenti, sveliamo sospetti sincronismi, scoperchiamo pentole e pentoloni, divulghiamo le trame nascoste, facciamo luce sui centri di potere volutamente tenuti "occultati", togliamo la maschera a spudorati/e finti/e perbenisti/e, evidenziamo la cosmica nullità degli assessori e sindaci f.f., tutti scelti per "mansuetudine" e non certo per meritocrazia o competenza. Ora le spaventose cifre pubblicate da Aleotti sulla ricostruzione post sisma e le cifre(purtroppo ripetute continuamente anno dopo anno)sul foraggiamento smisurato che fa l'Amministrazione a società, associazioni, enti sociali o cooperativi, a persone ecc., stanno lì a dimostrare la massa di risorse economiche che la giunta ha a disposizione per fare opera di proselitismo pro domo sua. Manca ancora la lista dei rimborsi chilometrici assegnati al sindaco e assessori nell'ultimo lustro e il raccapricciante menù sarebbe completo. Un mare di soldi, dunque, a pochi centri nevralgici di potere che operano sia smistamento che attrazione, sovvenzioni a tutte le associazioni che si dimostrano riverenti, una montagna di soldi per gli eventi che sembrano frutto di volontariato ma poi pagati regolarmente a piè di lista e una pioggia di prebende e aiutini di varia entità a pioggia sul resto del popolo consenziente. L'unico commento è riportare le parole dell'assessore Vincenzi dette in un'assemblea pubblica: "Chiedo ai bondenesi di portare pazienza, ma quest'anno con la crisi economica che si fa sentire sempre di più, non riusciremo a fare i regolari sfalci dell'erba lungo le strade, i soldi sono pochi e non possiamo passare a sfalciare l'erba ogni 15 giorni come vedo devo fare a casa mia...". Certo perchè, caro Vincenzi, il Comune è casa tua solo quando incassi lo stipendio da assessore e chiedi i faraonici rimborsi per i chilometri fatti dentro e soprattutto fuori dal territorio comunale. Cari Bondenesi fate dunque molta attenzione nelle curve con l'erba alta che invade la carreggiata perchè Vincenzi e il sindaco facente funzione non hanno soldi da spendere per la vostra sicurezza, d'altronde il Bundan è vicino e bisogna tenere un pò di scorta per finanziare quella santa associazione delle Erbe Palustri che ci insegna l'arte d'impagliare le sedie(così care alla nostra giunta) !!!

    RispondiElimina